venerdì 21 maggio 2010

amule, firefox e link ed2k

Vergogna nera! Con Ubuntu, utilizzando firefox ed amule si deve agire manualmente per far associare i link ed2k di modo che venga aggiunto subito il file al download. Inizio a pensare che alla fine Linux sia utilizzato per lo più per un senso di autocompiacimento. Perchè magari fa figo dire che si usa questo sistema operativo, fa figo dire che Windows è merda, fa figo dover "smanettare" (anche se si tratta solo di copia incollare delle stringhe, sul "terminale", una sorta del preistorico promt di dos) per far funzionare anche la più misera applicazione. Eccoci quindi che firefox su ubuntu non sa associare (colpa sua? colpa di amule? di sicuro non colpa mia) i link ed2k ad un'applicazione. E neanche ti chiede di scegliere a quale applicazione associarli.
Di default ti dice solo che non può. Poi sono cazzi tua. Non che sia difficile (anche se funziona solo al terzo tentativo), basta leggere le FAQ di aMule e seguire passo passo, come un ebete ciò che ci viene consigliato. Era troppo difficile agire come fa eMule, o come fa Shareaza (ops, due programmi open source: non solo Linux usa software del genere quindi) con Firefox. Qui è l'utente che c ha da smanettare.
Alla fine basta fare quanto segue (lo copio incollo così se qualcuno capita per caso qui, ha la soluzione all'enigma). Consiglio di chiudere e riaprire sia FireFox (per forza) che Amule, dopo l'operazione.

- andate su  e nella barra degli indirizzi scrivete: about:config
- tasto dx ---> Nuovo ---> Boleano e scrivete network.protocol-handler.external.ed2k con valore TRUE (o vero, non ricordo)
- tasto dx ---> Nuovo ---> Stringa e scrivete network.protocol-handler.app.ed2k poi inserite come percorso questo: /usr/bin/ed2k (ovviamente accertatevi che l'applicazione ed2k esista. In caso contrario aprite il terminale e scaricate amule-utils  [il comando è questo: sudo apt-get install amule-utils ])
- tasto dx ---> Nuovo ---> Boleano e scrivete network.protocol-handler.expose.ed2k con valore FALSE (o falso, non ricordo)


Ora quando riclickerete su un ed2k link vi chiederà con cosa aprire. Voi selezionerete sempre in /usr/bin/ l'applicazione ed2k.

Tutto sto casino per una cosa normale. Mah




  

14 commenti:

marco melillo ha detto...

scusa janne, ma mi pare un po' riduttivo valutare un OS sulla base della gestione link ed2k dal borwser. che non sia comodo è indubbio, ma è anche risolvibile. lo dimostri in 4 righe. e non dipende certo dagli sviluppatori di linux se la gestione click&go non è implementata. io mela rifarei piuttosto con mozilla, così, a spanne, che probabilmente ha più interesse a seguire la versione per win data la diffusione di massa. e comunque ok, emule e shareaza sono open, ma...
te che alle licenze ci stai attento, e che sei sensibile a certi temi, hai mai confrontato le licenze d'uso dei sistemi operativi?
perché se mi butti tutto nel calderone assieme, software embedded, software installabile e sistema operativo, allora si chiama barare.
poi, ognuno è libero di fare le proprie scelte: io non cambio un sistema operativo per un solo programma, e le potenzialità di un sistema linux dai retta che ci sono. gettonz ti saprà dare più dritte di me di sicuro. si tratta di aprire un po' la mente e schiodarsi dalla facilità del "già visto".
ciao
melo

Jack O. Lyroid ha detto...

Vabbeh sto articolo è essenzialmente nato perchp gettons l'accusa troppo se si parla male di Linux, considera però che son tutte cose vere. Non valuto Ubuntu solo per questo ci mancherebbe, e se avessi un parere completamente negativo ripasserei al volo a MS. E' proprio il fatto che un'operazione che si risolve in 4 righe scomode per avere più comodità che mi fa dire che probabilmente le comodità vengono messe da parte solo per essere più fighi... Vuoi mettere poter dire "ho scritto questo, questo e quest altro sul terminale e ho fatto sta cosa smanettando..." quando son cose che su win si gestiscono senza neanche doverci stare a pensare.
Il fatto che la "colpa" sia di Mozzilla o di amule è irrilevante: il succo è che qui c'è da fare certe operazioni, di là no.
La licenza di Ubuntu è una GNU GPL e sebbene sia un SO sarà uguale a qualsiasi software che usa la GNU GPL, non mi pare sta grande cose. Escluso il fatto che MS non la usa per i suoi SO.
Al di là del discorso morale, per cui il vantaggio della gratuità viene a sparire per il SO, l'utente interessato può far uso di prodotti con licenze libere (o comunque più libere) anche utilizzando Windows (lui escluso).

marco melillo ha detto...

beh, non mi pare che se uno ci tiene a lavorare con software libero o open il SO sia una cosetta da poco. non faccio certo l'integralista del free software, ma tra fare un'eccezione per una licenza proprietaria di un piccolo software e chiudere un occhio sul SO per come la vedo io c'è una differenza sostanziale, e intendo una differenza MORALE sostanziale. della gratuità mene frega il giusto, non è per il gratis che ho piallato la partizione win, visto che comunque ce l'avevo installato già, sul portatile.
e celo avrò anche sul prossimo fisso, visto che Dell non mi vende vuoto o con ubuntu il pc che voglio io.
epperò lo leverò uguale, per una questione di principio.
e - soprattutto - per una serie di cose più pratiche e con cui mi trovo più che bene.
mi permetto di dubitare poi che certe funzioni non siano lì slo perché fa "più fighi" scrivere 4 righe su terminale. messa così sembra che ubuntu (il cui motto - a ragione - è "linux for human beings", niente di più lontano da una vecchia slackware) sia quasi pensato per sbudellarsi la testa col terminale. e invece - ma lo sai meglio di me se ti sei fatto un'installazione - è veramente a prova di neofita. certo, se vuoi configurare una rete ex novo devi sapere come si fa, esattamente come su qualsiasi altro OS. ma è pensato per essere user friendly fino alla stupidità, e a lasciare nel contempo la possibilità di mettere le mani dove ti pare.
credo semplicemente che la questione dei link ed2k sia una priorità per te e non per altri, per cui te la vedi come una grave mancanza e chi sviluppa o non s'è posto il problema o l'ha rimandato di fronte a altre priorità. poi magari mi sbaglio e non lo fanno per qualche motivo tecnico, di licenza, di sicurezza. sounasega. ma non per essere "fighi".se poi era per stuzzicare gettone va bene, ma tieni presente che in pubblico passa un messaggio a tutti che secondo me - oltre a essere fuorviante e parziale - è pure un po' retrogrado e ottuso (non mene vole').
un'ultima cosa: non sempre gestire le cose senza starci troppo a pensare è un bene: un cumulo di gente gestisce le cose sul PC "senza starci a pensare". poi fa casino, e per risolvere va dall'amico smanettone. un po' di educazione a tutti all'utilizzo del mezzo non farebbe male, e un approccio come quello del tuo articolo mi sembra controproducente anche in questo senso.

Jack O. Lyroid ha detto...

Vabbeh il blog lo leggono 5 persone, il messaggio che do non è così sconvolgente per l'umanità. E non ho detto eresie, perchè se il motto di Ubuntu è proprio quello, l'utente deve fare i conti con i software che ci girano. Al di là dei link ed2k che possono essere una cazzata, amule presenta un interfaccia grafica che non funziona per poter essere gestito da remoto (quindi ho dovuto reinstallare da terminale un pacchetto per un file mancante), oppure son costretto ad usare WINE per fare andare altre cose. Un po' come quello che vuole la macchina elettrica perchè non inquina e poi si accorge che le Pirelli non fanno le gomme che lui vuole, non può metterci il porta sci, ogni volta che accende l'autoradio deve ricercare le stazioni manualmente, e deve installare un serbatoio aggiuntivo di benzina perchè altrimenti non va.

Sui vantaggi che ci siano (e non sono riduttivi all'utilizzare un SO con GNU GPL, di cui l'utente se ne frega, come se ne frega del gratis) è fuori discussione. Sul fatto che qualsiasi Win sia più user friendly pure. Non tanto per i i SO a confronto, quando per i software che ci girano.

marco melillo ha detto...

i software che ci girano vanno alla perfezione.
amule celo aggiungi te, lo sviluppa gente che non c'entra nulla con ubuntu, e se non è troppo seguito nello sviluppo è anche perché molti sviluppatori lavorano più dove c'è un bacino di utenza più ampio.
e funziona per quello per cui è pensato: il file sharing. gli mancano solo alcune funzioni a cui eri abituato, e che restano funzioni aggiuntive, indubbiamente utili ma non vitali.stesso discorso per la questione user frindly: per te che sei da una vita abituato a *smanettare* su win è ovvio che un SO nuovo sia meno amichevole, uno che win lo USA e basta può passare a ubuntu, in qualche caso anche senza accorgersene. la mia ragazza, digiuna i pc con alle spalle solo qualche mese di un corso regionale con all'interno qualche ora di "pacchetto office" (ti lascio immagina'!!!) usa ubuntu tranquillamente, ha iniziato ora a saper gestire la comunicazione online, e i programmi utili a fare una cosa seli è trovati da sé, così come i solitari e i passatempo.questo secondo me vuol dire essere parecchio user friendly. senza contare che sto anche più tranquillo dato che non mi può piantare casini troppo grossi sul pc (a quello ci penso io :D) neanche per sbaglio.
infine, se i costi lo permettessero, ovvero a parità di prezzo, io preferirei un'auto che non inquina o che inquina meno, ANCHE se ha un'autoradio che va un po' peggio e ci devo mettere gomme michelin. mi pare sia una questione di priorità: tutto e bene è la mèta che mi auguro anch'io, e certe cose su ubuntu tollerabili per me possono essere deliranti per te, e viceversa. idem su win. gli appunti che hai mosso però mi sembravano esageratamente calcati, in buona parte fonte di pregiudizio (dati i tempi ristretti della tua sperimentazione), e essendo pubblici, e sembrandomi un messaggio sbagliato mi son sentito di dirti la mia con un commento, ANCHE se il blog lo leggono solo in cinque. perché se un messaggio secondo me è sbagliato mi sento in diritto e in dovere (tempo permettendo) di dirti la mia.
di certo non ti dico nulla se la segnalazione la fai su un forum di p2p, magari proponendo una richiesta collettiva agli sviluppatori (di amule? di firefox? boh...) per inserire la miglioria tanto vitale nella prossima versione del software.
rimango convinto della bontà del modus operandi di tutto il mondo linux, al di là delle singole pecche che inevitabilmente ognuno ha incontrato o incontrerà nel proprio percorso di utilizzo del SO.d'altra parte a tutti è capitato qualche volta un blue screen of death su una debian... o forse non era una debian? gettons ti saprà dire, è lui l'esperto di distribuzioni.:P

Gettons ha detto...

Mah, a me pare che bastando quelle 3 cose per farlo andare non e' poi la fine del mondo.
Chiaro che un software nato per win su win funzioni meglio, questione esperienza e bacino d' utenza. Vorrei vedere amarok su windows ( con mysql come database di appoggio ) come sarebbe tanto piu' facile da installare/configurare.
E questo con tanti altri software: non puoi aspettarti che tutto sia uguale a win.Win e' un SO. Linux e' un altro.E grazie al cielo ( per gli utenti winzozz ) ci sono le alternative. E' da prendere come manna dal cielo il fatto che il tuo software preferito sia stato portato con successo da altri sul tuo SO preferito.E' tutto un adattamento x quanto riguarda programmi nati su win.

Il fatto e' che, chi mette specie ubuntu, dovrebbe avere quel minimo di motivazione grazie alla quale lo scrivere due cose per farle poi funzionare, non venga sentito come un peso, ma come una piccola soddisfazione.

acfondo ha detto...

autocompiacimento quindi. Uhauhauh

marco melillo ha detto...

se per te stimolo e soddisfazione intellettuali sono sinonimo di autocompiacimento, sì. ma c'è anche da considerare la differenza tra usare un SO e capire come funziona un SO. per la seconda, mettiti l'animo in pace, ci vuole TEMPO e un po' di esperienza.
se ti manca la pazienza per farlo ti consiglio di tornare al punto di partenza, dove troverai sicuramente tutto esattamente come lo conoscevi già.
io preferisco essere curioso.

Jack O. Lyroid ha detto...

Per essere un ottimo pilota non serve per forza saper fare il meccanico. Di solito giri la chiave e parte. Sempre se non metti il gasolio al posto della benzina... :(

marco melillo ha detto...

per essere un ottimo pilota è FONDAMENTALE saper fare il meccanico. non vorrai ridurre il tourist trophy a una questione di riflessi... un team di corse nasce dagli scambi del pilota con i meccanici, se il pilota capisce un cazzo di pistoni che scambio può esserci? e quando metti il gasolio al posto della benzina è bne che tu sappia cosa fare dopo, dai retta.
poi vivilacoem ti pare, ma secondo me hai preso l'approccio sbagliato.

Jack O. Lyroid ha detto...

Secondo me è lui che mi odia.

macchia ha detto...

Ma invece di criticare tanto per il gusto di farlo confrontando WIN a LINUX cominciate a PAGARE il costo di licenza per tutti quei software che usate su windows piratati o (freeware che NON sono gratuiti se non per uso PRIVATO )
e fate 2 conti che un pc il cui hardware vi costerebbe 400 euro alla fine vi verrebbe a costare diverse centinaia di euro in più
è inutile fare i santi con i programmi di cui godete senza avere corrisposto l'obolo a chi li ha fatti.

Alcuni esempi ?

Nero
Winrar
Winzip
un antivirus qualsiasi ( sono gratuiti SOLO per uso PRIVATO )
office
photoshop
e avanti ancora ed ancora..
senza contare lo sbattimento di palle
dopo aver installato winzoz
a dover installare tutto il sopracitato..
ed i driver stessi che ti porta via 4 ore per avere una macchina operativa che legge i pdf i doc
che vede i divx e gli mp3.. ecc ecc..
mentre su ubuntu 15 minuti di installazione e mi ritrovo un computer operativo che non necessita che di 2 cazzate e nulla più (flash e code mp3)

se dovertmi "sbattere" e inserire 4 righe di codice
mi consente di risparmiare diverse centinaia di euro
e di restare nel PIENO RISPETTO DELLA LEGGE...
beh vaffanculo, io mi sbatto...
se la gente invece si sente "furba" e vuole usare software craccati piratati furbati smazzati trial shareware freeware stracazzware violando non poche leggi beh.. non credo serva aggiungere altro
(senza poi contare le risorse necessarie parlando di REQUISITI hardware richiesti anche fosse solo per far girare un cazzo di filmato)

ora sto scrivendo da un eee-1501 (andate a guardarvi le caratteristiche, che esce di fabbrica con win 7) ma che è stato velocemente cestinato in quanto non era in grado di mandare in play un film in full hd, risultato scatti ovunque audio e video desync.. ( e senza altri programmi in esecuzione, l'unico risultato apprezzabile si otteneva usando il codec della corecode che è ovviamente a PAGAMENTO )

ora sono con lo stesso pc e ubuntu

emule su wine utorrent su wine
server samba con swat - server ftp
desktop remoto attivo, gnome con TUTTI gli effetti attivi e mando in play un full HD con tutti questi servizi attivi e il computer NON FA UNA PIEGA.
ah si Consumo TOTALE di ram 360 MEGA !! e swap file a ZERO..

Se questo ancora non dovesse bastare come MOTIVO per usare linux piuttosto che windows beh..
allora è meglio che antate a giocare con la playstation :)

macchia ha detto...

e scusate per quei 3 errori di digitazione che ho commesso :)

Jack O. Lyroid ha detto...

Ciao Macchia.
Il mio Windows ha una licenza regolarmente pagata, passiamo ora ad analizzare i software che hai citato:

- Nero (non lo uso, c'è comuqnue la versione non a pagamento)
- Uso 7zip
- come antivirus uso ClamWin che è gratuito ed open source
- Office non lo ho, ho da secoli Open Office che uso sempre meno, visto che mi trovo alla perfezione con Google Docs per quel che devo fare io.
- Photoshop non lo uso, ho Gimp
- per i pdf uso Acrobat Reader (gratuito), ma anche Sumatra o come detto prima molto più semplicemente Google Docs.

E' questione di usi ed abitudini. Io mi trovo peggio con Ubuntu, per sbattimenti, drivers, codec...

Scrivere 4 righe di codice su Ubuntu non mi ha fatto risparmiare "diverse centinaia di euro" in quanto Firefox è gratuito anche su Win e eMule pure.


Poi vabbeh usare Wine non è proprio il massimo della coerenza (secondo me).

Sinceramente non vedo cosa posso fare (e ubuntu lo ho ancora eh) in più rispetto a Windows. Se il problema è il costo di una licenza (che anche te hai già pagato con l'acquisto del tuo Asus)...