mercoledì 26 maggio 2010

Tux facciamo pace?

Tux non è solo quella simpatica mascotte dalle sembianze di un tenero pinguino. Tux è anche l'incarnazione della vendetta sanguinaria ed oppressiva. Purtroppo qualche volta lo ho scazzato, ma sempre in buona fede, e altre volte lo ho massacrato con lo Yeti . Lui ha inziato quindi malvagiamente a perseguitarmi. Lui mi ha ostituito il gasolio al posto della benzina. Lui mi ha lanciato le uova sulla macchina. Lui ha allagato il fondo rompendo appositamente la tanica. Lui mi ha fottuto la scheda madre.
Ma io al caro Tux gli voglio comunque tanto bene e voglio fare pace.

Per questo, tutti testimoni, gettons più degli altri, voglio porre fine alle mie sventure e dedicarmi pazientemente alla sua persona, accudendolo e venerandolo. Riporto quindi una preghiera molto in voga tra i linuxiani:

Oh Linux, che sei nei dischi,
 Sia santificato il tuo Root
Venga il freesoftware
Sia fatto il tuo backup,
Così in swap come in shell,
 Dacci oggi il nostro Update quotidiano,
Rimetti a noi i nostri Driver,
Così come noi li rimettiamo alle nostre periferiche
E non ci indurre in formattazione
Ma liberaci da Windows,
Amen

2 commenti:

Ale- ha detto...

eheheh, e noi ti s'accoglie a braccia aperte.
però ora, per penitenza, ti ci vòle un anno intero solo con la shell.
soltanto così potrai manifestare la fede.
;-P

Jack O. Lyroid ha detto...

Ma mica sarebbe quello il problema, anzi I love anni 80. Il problema è quando devo utilizzarla per cose che "secondo me" sono basilari e non lo necessiterebbero. Cmq Tux spero che sia magnanimo e non si rifaccia al vecchio testamento. Per adesso ho avuto più di una Sodoma e più di una Gomorra sulla mia pelle. E' perfido, come qualche folletto biabesco irlandese. E' il "Burlone".