martedì 7 settembre 2010

Kitesurf al Quagliodromo ed altro

Il Sere con Kitesurf
Appena terminata una massacrante giornata lavorativa ci ritroviamo al fondo per una nuova avventura: direzione Quagliodromo per andare a vedere una "sessione" di kitesurf intrapresa dal nostro amico Sere. Trattasi di sport interessante e direi ganzo, soprattutto se praticato in modo disinvolto come abbiamo avuto modo di osservare oggi. Numeri ed evoluzioni tecniche che ci hanno deliziato. Riccardone ha scattato un intero book fotografico, per non creare conflitti di interessi, accontentatevi per ora della mia foto con l'atleta marittimo volante in primo piano.

Lo scirocco (a proposito, colpa di tale vento e non dell'ASIU se in prossimità della discarica e chilometri più in là c'era quel classico "profumo di casa") soffiava con la giusta cattiveria, permettendo agli sportivi sulla spiaggia di fare salti acrobatici. Nella mia più completa ignoranza sono rimasto stupito dal divertimento generato. Credevo si trattasse di uno sporterello del momento, una moda passeggera in cui bisogna armarsi di tanta pazienza per poter esprimere le proprie proiezioni. Invece le evoluzioni con la tavola sono state numerose e mai monotone.
Degno di nota uno strano fatto accaduto in riva al mare. Alessandro (il Sere) dava una dimostrazione della forza del vento, chiedendoci di arreggerlo una volta che la vela avesse preso potenza. Fino a che lo ha tenuto Riccardone tutto ok, alla volta del Dija, non si sa come, ma si è fatto una decina di metri in volo atterrando rovinosamente sulla sabbia. Fortunatamente senza nessuna grave conseguenza. Alcuni analisti della Stanford University hanno provato a spiegare lo strano fenomeno.

Opzione 1

Riccardone è riuscito a tenerlo grazie al suo nuovo Power Ballance che notoriamente ti dà maggiore forza e vigore, migliorando il tuo campo magnetico.

Opzione 2

(Ingor)Dija ha esagerato con le dosi di cortisone e si sente più debole del solito. Può anche essere che su di lui ha lo stesso effetto che la Kryptonite ha su Superman. La fine del superuomo.

Opzione 3

Il Dija è un gran burlone ed invece di tenerlo, lo ha volutamente lanciato per vedere l'effetto che faceva

Opzione 4

Tutto ciò che il Dija tocca si rompe, si sciupa o non funziona più. Chuck Norris compreso.

Opzione 5

Dolcino? Dolcino? Dolcino?

1 commento:

Timewalk ha detto...

http://www.facebook.com/profile.php?id=1564787887#!/album.php?aid=2072739&id=1564787887 segnalo il link all'album delle mie foto