lunedì 12 marzo 2012

Frantic (1988)


Regia: Roman Polanski
Anno: 1988
Titolo originale: Frantic
Voto: 6/10
Pagina di IMDB
Pagina di I Check Movies

Può sembrare qualcosa di non troppo originale, ma solo perchè si tratta di un film di oltre venti anni fa. Certo, la trama pur essendo lineare è inverosimile in alcuni punti, ma scorre piacevolmente dall'inizio alla fine, intramezzata dai tipici rallentamenti ossessivi su alcuni particolari voluti dal regista Roman Polanski. La storia è curiosa fin da principio ed il senso di smarrimento provato da Harrison Ford, si fa tangibile: lo spettatore cresce con lui e la sua sete di sapere viene alimentata mano a mano che il film prosegue. La pellicola è abbastanza elegante, anche se non ai livelli di Rosemery's baby (altri venti anni prima) o L'inquilino del terzo piano (oltre dieci anni) e si notano gli elementi chiave della regia, come gli ambienti chiusi, la situazione di loop e di stallo, l'amore viscerale per evidenziare alcuni particolari (l'apertura della valigia, la doccia lenta in un momento clou, le difficoltà nel farsi capire in una lingua straniera). L'atmosfera parigina è un po' atipica per l'evolversi della pellicola: perse il suo fascino romantico ed è vestita cupamente, pericolosa e intangibile. Già gli stessi protagonisti ad inizio film si trovano spaesati e non la riconoscono: questo fa presagire le insidie che cela. Nota positiva anche per le fascinose musiche di Ennio Morricone e per la prima prova di Emanuelle Segnier, poi pupilla e sposa del regista franco polacco.

Nessun commento: