martedì 26 febbraio 2013

Elezioni finite, tre idioti su quattro?

Ok, ora è tutto finito. Anzi no, si ricomincia da capo. O meglio ancora: da dove avevamo lasciato. Un dato su tutti è certo: con gli attuali numeri in entrambe le Camere non esiste uno schieramento in grado di poter governare. Al di là delle colpe che si possano dare alla legge elettorale, il fatto è che non esiste un solo schieramento politico che abbia una predominanza assoluta sugli altri. Tutto questo è scontato ed è già stato sviscerato in ore ed ore di dibattiti televisivi, radiofonici e sulla rete. Giusto per polemizzare un po', voglio ribadire quanto trovo ridicolo il fatto che ancora in molti continuino a puntare il dito su una parte dell'elettorato che ha idee differenti dalle proprie. Come se d'un tratto ci si svegliasse credendo di poter vincere le elezioni con maggioranza bulgara. Se PDL, PD o M5S hanno raccolto quelle percentuali di voti, significa bellamente che nessuno prevale sull'altro e che anzi, su un gruppo di quattro amici non ce ne è uno che la pensa nel solito modo. Che tre siano idioti? Tre su quattro indistintamente da quale parte la si voglia guardare? Non c'è una linea di pensiero che sia uguale alle altre: voglia di cambiamento vs esperienza politica, europeismo vs distaccamento dai diktat di Bruxelles, sacrifici fiscali vs maggiore libertà economica, etc etc. I punti di incontro possono essere alcuni, quelli di scontro però sono molti di più. Eppure non esiste la verità assoluta, sembra quasi che in questi anni nessuno abbia o mai governato (PD e PDL) o non sia mai stato all'opposizione (PD e PDL) o non abbia mai votato né l'uno o nell'altro (chi ha votato M5S chissà prima chi votava...). Le responsabilità, di qualsiasi cosa, sono di tutti anche se è più facile incolpare sempre l'altra parte. Poi certo, ognuno si fa la propria idea ed è facile vedere tutto ciò che c'è di male in ogni schieramento (Berlusconi e le tangenti, il PD e la Monte dei Paschi, Grillo che sbraita contro tutti senza dare soluzioni tangibili, Monti che tartassa il ceto medio basso) però deh trovo ridicolo che la gente inizi (anzi continui) a scrivere proclami irrazionali sui vari social network, del tipo "se hai votato X toglimi dagli amici" , "per colpa vostra non si ha la maggioranza" , "ignoranti, solo io voto giusto". Insomma tutti fenomeni su FB e su Twitter, tutti con la verità e la soluzione in tasca. Ma chissà perché siamo andati a votare a febbraio con una frammentazione del genere? Ad ogni modo, uno su quattro è un genio, gli altri sono merde. Dovevate votare VER,  io l ho sempre detto.

Nessun commento: