lunedì 18 febbraio 2013

Total Recall - Atto Di Forza (2012)


Regia: Len Wiseman
Anno: 2012
Titolo originale: Total Recall
Voto: 5/10
Pagina di IMDB (6.3)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Essendo un nostalgico, di quelli inviperiti, non posso non fare un confronto con l'originale Atto Di Forza del 1990. D'altra parte è lo stesso Len Wiseman (o il produttore, o Hollywood o comunque qualcuno) che ha voluto starci abbastanza vicino con questo remake di cui non sentivamo certo la mancanza. Se il punto debole del lavoro di Paul Verhoeven stava nella scelta dell'attore principale (un certo Schwarzy) qui si è cercato di rimediare a metà: Farrell è decisamente migliore di Mister Universo, ma anche lui lontano dal tipico personaggio Dickiano. Già, perchè non dimentichiamoci che la trama prende comunque spunto da un racconto di Dick. Peccato che facciano un po' troppo come gli pare: ora addirittura sparisce anche Marte come location. Per cosa? Per rendere la pellicola più realistica? Ok, per quanto riguarda scene, azioni, dialoghi (pochi) e tutto il resto abbiamo un realismo più concentrato, ma per quanto riguarda la trama e l'ambientazione si rischia la boiata estrema: i pendolari si muovono dall'Australia alla Gran Bretagna con una metropolitana che attraversa il centro della Terra.... Non era più plausibile un viaggio su Marte? Wiseman inoltre introduce tanta azione a scapito della fantascienza: ok gli effetti speciali ci sono, ma il tutto fa da semplice cornice ad inseguimenti e combattimenti. Niente di geniale, niente di veramente innovativo come invece capitò nel 1990. Anzi se vogliamo dirla tutta: un sacco, ma veramente un sacco di scopiazzature. A partire dai tributi per il film originale: la puttana con tre puppe e la scena degli scanner con il travestimento al check point. Poi abbiamo "La colonia" australiana che ricalca gli esterni di Blade Runner , la Gran Bretagna totalitaria come in V per Vendetta , le telecamere come l'occhio di HAL 9000 , il risveglio della memoria subconscia prima di combattere come in Bourne e i poliziotti che sono esattamente le copie dei soldati dell'Impero di Star Wars. Insomma oltre ad essere un remake, non è originale neanche nelle idee che lo compongono. Poi ok, il film diverte,è veloce è anche meno cervellotico di come potrebbe essere, ma per i miei gusti è stancante, così come l'effetto "flare" che distorce la luce ed è un po' troppo abusato. Ok il filone è il solito e resta una certa fedeltà d'intenti: quello che più conta, almeno in teoria, è il rapporto tra finzione e realtà, i ricordi, la manipolazione della mente e così via. Ma anche il contesto secondo me deve avere un suo senso. Se prima avevamo i mutanti ed i manufatti alieni, forse meno credibili, perchè creare una storia in cui la UK del futuro dovrebbe invadere l'Australia per accaparrarsi terreno (tra l'altro mai un fotogramma dei vasti spazi australiani, ma solo di megalopoli sovrappopolate). Secondo me non è un buon film neanche se non avessi l'originale. La versione bluray è composta da due dischi praticamente irriconoscibili tra loro. Sony poteva anche scrivere su uno FILM e sull'altro EXTRA.. giusto per facilitarci un po' le cose. Ad ogni modo nel primo abbiamo la versione cinematografica e quella estesa, la director's cut non censurata (per cosa?) più i commenti interattivi ed il trailer. Nel secondo invece i veri e propri contenuti speciali anche se non molti se consideriamo che sono inseriti in un apposito disco (tra parentesi la durata in minuti):

- Risate sul set (8)
- scienza Vs fantascienza (9)
- la progettazione de La Discesa (3)
- Total action (20)
- sequenze in previsualizzazione (25)



Nessun commento: