sabato 30 marzo 2013

Inter 1 - Juventus 2

Le partite contro i prescritti dell'Inter non sono mai state facili, e giocare in un San Siro piovoso quando tra pochi giorni hai i quarti di finale di Champions, può rivelarsi assai difficoltoso. La Juve affronta però ogni avversario a testa alta, ed anche in questo caso raggiunge la vittoria. Forse scontata sulla carta (gli interisti attualmente sono a 21 punti di distanza dalla vetta), ma comunque una sfida da dover affrontare. Non è stata una delle migliori partite dei bianconeri, che soprattutto sulle fasce non riescono a dettar legge (Asamoah sembra spompato e Padoin è la riserva di una riserva), ma non sono mancate le occasioni e nel bene o nel male è stata una gara abbastanza divertente. Non che il risultato fosse incerto, ma i neroazzurri ci hanno provato in un paio di occasioni dopo i nostri due vantaggi. Se volevamo una Vecchia Signora cinica l'abbiamo avuta: gioca così e così contro una squadra che lotta per l'Europa, ma riesce a vincere in maniera tutto sommato tranquilla. E ci pensano di nuovo gli attaccanti titolare, Quagliarella (autore anche di un assist) e Matri. Una breve risposta ai disonorevoli piagnistei degli interTRisti: se si vuole dare il rigore del contatto tra Chiellini e Cassano, lo si dà anche a quello di Handanovic e Vidal. Il gol del pareggio di Palacio non è regolare, in quanto Guarin atterra Chiellini volontariamente a palla lontana (da cartellino con colore a scelta). L'epilogo poi è in pieno stile Inter: Fallo assassino di Cambiasso su Giovinco al 94°. Hai voglia a chiedere scusa, sei vergognoso quanto Bergomi che ti difende in diretta. Peccato per il risultato stretto: se l'Inter dovesse raggiungere la Juventus vincerebbe lo Scudetto per il vantaggio sugli scontri diretti. Fine del sogno. Salutate le capolista!!!
PS: La Fiorentina ha perso.

Nessun commento: