domenica 23 giugno 2013

Berlin bikers

Cari lettori, assetati di verità statemi bene a sentire. Berlino inizialmente può sembrare una città bikers friendly: tutti usano le biciclette, ci sono piste in ogni strada, nessuno si perita a scampanellarti se le invadi ed alcuni le portano pure in metro. Però quando decidi di dedicare un intera giornata alle due ruote le cose cambiano. La prospettiva con cui osservi i falsopiani è più limpida: sono ovunque. Non date retta alla figliola di un appassionato ciclista o ad un calciatore professionista super allenato: diranno falsamente che i circa cento chilometri percorsi oggi non stati poi così faticosi. C'è da dire però che senza bici non avremmo potuto seguire tutto il percorso del muro seguendo le varie tappe fondamentali. Senza di essa non avremmo potuto visitare il mercato domenicale di Mauerpark che risulta genuino e da voto 9. In poco tempo siamo tornati nella parte opposta della città per mangiare dai turchi,  ammirare ancora l east side gallery, fare il museo della DDR (non la RAM) e prendere un mojito un po' furtato nel prezzo. Cena invece umile ma simpatica dagli amici israeliani (tifosi del Maccabi) di Zula a base di hummus e pollo, olive, felafel di spinaci,  il malabi (dolce tipico) e numerose dosi di arak che mi hanno visto più spedito nella strada del ritorno. Shalon amici lettori.

Nessun commento: