sabato 27 luglio 2013

Android 4.3

Arrivato giusto ieri sera l'aggiornamento da Android 4.2.2 ad Android 4.3 per il mio Nexus 4, puntuale anche se non proprio per tutti. In queste ora comunque se avrete un Nexus, controllate che dovrebbe arrivare la OTA per fare l'installazione. I più curiosi possono trovare con facilità il sistema di metterlo manualmente. Si tratta però di un (ancora) minor update che porta con sè alcune novità di piccolo rilievo, che non cambiano affatto l'esperienza di utilizzo del sistema operativo. L'installazione attraverso OTA è automatica e semplice: una volta avvisati procediamo come sempre scaricando il pacchetto (169.3 mega), poi il terminale si riavvia ed inizia la sua installazione con l'ottimizzazione delle applicazioni. Il tutto richiede una manciata di minuti (in relazione anche alla banda di cui disponiamo per scaricare il pacchetto) e dopo possiamo andare alla ricerca di tutte le novità inserite. Prima di fare una breve carrellata però voglio dire che dal punto di vista delle prestazioni, se è cambiato qualcosa, secondo me lo dobbiamo all'aggiornamento anche di alcune applicazioni (parlo in special modo di Hangouts e del browser Chrome ) che possono risultare meno pesanti e più fluide. Il resto, come detto o non lo si vede nell'immediato, oppure sono cambiamenti di poco conto (il font utilizzato ad esempio) o ancora miglioramenti prestazionali (il Nexus 4 dovrebbe scaldare meno) che è difficile vedere adesso. Comunque le prime cose che ho notato sono:

- La possibilità di cercare contatti attraverso il tastierino numerico (dobbiamo abilitarlo)
- Gestione dei profili: è possibile indicare direttamente quali applicazioni possono essere presenti, sbloccarle, ribloccarle, limitarle ad esempio per impedire acquisti sul Play Store, usando il profilo amministratore. Usavo i vari profili sul Nexus 7 che però ho venduto recentemente causa inutilizzo. Su di un tablet è comunque una soluzione molto comoda soprattutto se condividiamo il suo utilizzo tra più persone. In questo modo possiamo anche stabilire cosa potranno usare i nostri figli, senza troppe paure. Legata a questa, c'è la funzionalità App Ops che non fa altro che gestire i permessi (anche nel proprio unico profilo) per le applicazioni installate. Un passo avanti verso la sicurezza.
- La gestione delle notifiche è più completa, con uno storico
- Possiamo attivare una funzione relativa alla connessione wifi che possa geolocalizzarci. Si attiva flaggando "scansione sempre disponibile".
- la fotocamera ha modificato la sua veste grafica: le opzioni del menù ora sono messe ad arco invece che a cerchio, e risultano raggiungibili davvero più facilmente. Prima in effetti era scomodo. Ci sono miglioramenti anche per quanto riguarda l'allineamento delle immagini in Photo Sphere. Devo ancora provarla però. L'autofocus è più veloce, questo provato sul campo.
- Andando nell'equalizzatore (raggiungibile da Play Music) abbiamo al gestione dell'audio sorround. Ovviamente dovete avere almeno due casse stereo (non mono) per rendere attiva questa virtualizzazione, che funzionerà solo per contenuti che lo consentono. Questa tecnologia si chiama Cingo ed è sviluppata da Fraunhofer: chi bazzica un po' con gli encoder mp3 sa sicuramente di cosa stiamo parlando.

Altro non mi pare che ci sia ad esclusione dell'inserimento di Keep come applicazione di default, ma io già la utilizzavo da un pezzo.

Nessun commento: