giovedì 22 agosto 2013

Cren, Rafano, Wasabi, Horseradish, Barbaforte o Rusticano

Il titolo ed alcuni spunti lo ho copiato spudoratamente dal blog Vagabonding su cui sono capitato casualmente mentre cercavo informazioni su di un ingrediente killer che picca da morire. Piccolo prologo: a me piace mangiare piccante, in una maniera giusta e controllata. Di quelle che danno sapore e non ti fanno stramazzare al suolo agonizzante pregando un pompiere di spengerti l'esofago. Ho comunque provato e trovato roba forte che puoi mangiare abbinata ad altre pietanze, senza che ne demoliscano il sapore. Ha poca utilità ad esempio la pizza mangiata questa estate in un locale di San Vincenzo di cui non faccio il nome (solo perchè non lo ricordo) che era più una sfida con il cameriere, oppure le penne arrabbiate cucinate da Squama alcuni anni fa. Comunque tornando a bomba quattro anni fa a San Francisco insieme a dei gamberi mi portarono delle vaschette con alcune salse. Ingenuamente inzuppai un pezzo di pane in una che poteva sembrare maionese più densa o simile. In due secondi netti sono morto. Avevo già assaggiato, con attenzione, il wasabi che dovrebbe essere in un certo senso suo cugino. Ma niente di così traumatico. Chiesi al cameriere il nome e lo scordai, forse ancora in balia del veleno dentro il mio palato. Da quella volta ho toccato con molta diffidenza ogni salsa bianca prima di metterla in bocca. Poi a Cody un paio di settimane fa servono a gettons una bistecca, con la solita salsina (che mi segno, hanno detto chiamarsi horseradish). La provo, ingordo, ma fortunatamente più preparato. Ed eccola di nuova di lì: un'arma perfetta per uccidere qualsiasi vostro nemico. Chissà se si trova bene qui da noi, o come la si prepara? magari a piccole dosi e conoscendone le proprietà può essere un abbinamento interessante.

Nessun commento: