lunedì 19 agosto 2013

Days 14, 15 & 16: atti finali e ritorno @ Home 2.0

L'ultima sera passata con gettons a Las Vegas la maledetta non ho usato il suo pc per scrivere l'articolo perchè stava preparando le valige e mi faceva pena. E' comunque stata un'altra giornata votata al dio danaro con mattinata di shopping all'outlet e pomeriggio a giocare perdere tutto il malloppo alle roulette (russe). In fin dei conti una cosa ho imparato di nuovo: è una città deleteria, alla lunga ti assorbe molte energie. Fuori fa caldo, dentro ti succhiano ogni cosa. Due aperitivi gratis ci son costati duecento dollari. Passiamo la serata al Bellagio con cameriera di un altro pianeta, altro livello che rende cagnacce le altre, per poi gustarci l'ultimo spettacolo del Cirque du Soleil, un qualcosa di altrettanto meraviglioso. Teatro misto a racconto, effetti speciali live ed acrobazie come mai ne avevo viste prima. I mie bulgari a confronto sono solo un fortunato salto non iperbolico. Respinta la domanda di assunzione. Ci ributtiamo nel gioco e perdiamo ancora. Valutiamo con attenzione il Caesar's e lo squallido Flamingo per poi tornare mesti nella nostra brandina in settantadue metri quadri di suite. La gita ha così fine con gettons che saluta, parte ed inizia il suo viaggio di ritorno. Per me c'è ancora una buona giornata che dedico al centro benessere con una certa Gina, la quale con le mani ci sa fare. Guadagno otto punti felicità, ben messi nel cassetto dei ricordi. Tocca poi a me partire, con tappa a Chicago che vedo in tour notturno grazie al mio autista privato, italiano di antiche origini, affabile ed alla mano. Rinuncia rumorosamente alla mancia, roba incredibile. Poche ore di sonno ed alle 5:30 locali sono già in piedi pronto per una passeggiata esplorativa sulla Michicagan ed oltre. C'è anche tempo per l'Art Institute che mi ruba circa due ore ben spese. Ed ancora in viaggio, altra mattanza. Roma, Pisa, Piomba, Canaletto. 32 ore sveglio, ma sembrano cento. Stasera si esce, per riprendere il ritmo del fuso corretto, quello di Roma dove ieri la Juventus ha fatto l'americana con la povera Lazio.

Nessun commento: