lunedì 30 settembre 2013

Roger Jaynes - Sherlock Holmes E Lo Squartatore Di Chilford


Autore: Roger Jaynes
Anno: 2005
Titolo originale: Sherlock Holmes And The Chilford Ripper
Pagine: 160
Voto: 2/5
Pagina di Anobii
Acquista su Amazon

Trama del libro e quarta di copertina:

Sulla scena del crimine, con il supporto del fedele dottor Watson e l'ispettore Lestade, Sherlock Holmes indaga su un efferato Serial Killer disposto a tutto.
Il maestro della logica deve risolvere un intricato puzzle, cercando di non finire tra le vittime del folle assassino.
Un killer sconvolge la quiete della cittadina inglese di Chilford, nell'Essex; si tratta di un feroce assassino che non solo uccide, ma mutila senza apparente ragione i corpi delle sue vittime.
Chiamato ad aiutare l'ispettore Lestrade di Scotland Yard che brancola nel buio, Sherlock Holmes e il suo fido amico dottor Watson giungono sul posto proprio nel momento in cui accade l'ennesimo efferato omicidio.
Con l'impareggiabile acume abduttivo che contraddistingue il segugio inglese, il fedele Watson ci racconta questa sua nuova cronaca, richiestagli a gran voce dall'editore dello Strand Magazine, che non solo ci rivela i misteri che si celano dietro queste brutali morti, ma anche le implicazioni di una cospirazione agli alti vertici del governo inglese dell'epoca vittoriana. 

Commento personale e recensione:

 Non avendo mai letto un originale di Arthur Conan Doyle non posso sapere quanto questo romanzo apocrifo sia coerente alle storie che hanno reso famoso Sherlock Holmes ed il suo aiutante Watson. Per come parte, può sembrare che l'autore stia parecchio attento ad inserire questa avventura in un contesto plausibile. Peccato che lo faccia in maniera assolutamente maldestra e poco convincente (la lettera introduttiva di Watson pare uno scherzo). Tutto sommato però la lettura è veloce ed incalzante: in poche pagine si entra nel vivo della storia e ci immaginiamo già come possa andare a finire e chi possa essere il colpevole. Anche Sherlock, fa abbastanza in fretta, tanto che le ultime pagine sono un inutile accozzaglia di liquidi vari per allungare la minestra. Comodo da portare a giro e leggere velocemente in sala di attesa o fermi ad un semaforo.

Nessun commento: