domenica 26 gennaio 2014

Lazio 1 - Juventus 1

Serie di vittorie interrotta. Ci fermiamo a dodici e rallentiamo un po', onestamente senza avere paura di nessuno. Già, perchè essere sottotono può capitare ed è normale, il tesoretto accumulato è importante e gli altri si ritrovano comunque ad inseguire ed a fare il risultato. Che il girone di ritorno sarebbe stato più complicato era già scritto da tutte le parti. Sia perchè un po' stanco è normale che tu sia dopo lo strepitoso girone d'andata, sia perchè le partite di alto grido ora hai da giocarle fuori casa. Però male che vada resti a più sei, e non è poco. Con una Juve così sarei speranzoso anche se fossimo noi a meno sei. Giocare a Roma non è mai semplice anche contro una Lazio che ha la metà dei nostri punti. Se aggiungiamo un po' d fiacchezza e Buffon espulso al ventesimo del primo tempo è facile pensare al peggio. Rigore ed espulsioni sacrosante, impossibile stare a lamentarsi. Ecco però l'utilità di avere gli attaccanti e sebbene Tevez manchi l'appuntamento con il gol da diverse partite, arriva il solito Llorente che si inventa una rete fantastica e ci riporta in gara. Viste le premesse un pareggio non male, che ci lascia lassù come capolista indiscussa e da salutare.

Nessun commento: