giovedì 20 febbraio 2014

Denon AVR-X 1000

Il mio buon vecchio Onkyo non ce l'ha fatta. Dopo i tristi funerali tenuti in forma privata ho pensato subito ad un sostituto. Ho deciso di cambiare famiglia restando sui giapponesi, ma questa volta di casa Denon. Non che mi sia mai trovato male con gli Onkyo (fino al momento del disastro si intende), però il mio cuore mi diceva di cambiare. Se dovesse andar male anche con questo, magari finita la garanzia, sono sculato da morire. Dopo tre anni di utilizzo sono riuscito a tarare le mie esigenze, ed ho così potuto puntare ad un prodotto dalle caratteristiche simili, pur senza rinunciare a ciò che maggiormente mi interessava. Niente zona 2 da controllare, 5 canali invece che 7, e una gamma di uscite digitali giusta per le mie esigenze senza averne troppe analogiche. Con gli anni i prodotti si evolvono, o meglio fingono di farlo, e determinate caratteristiche come la rete DLNA ed il supporto al FLAC sono disponibili quasi sempre. Così come i terminali a vite per i diffusori, la lettura di memorie esterne e la potenza di 120w per canale. Le caratteristiche tecniche in dotazione sono adatte all'uso di tutti i giorni e in un breve lasso di tempo di prova ho potuto notare che qualitativamente parlando, l'ascolto musicale è più pulito. Senza dubbio devo questo ad una migliore calibratura con Audissey in una stanza che si presenta più silenziosa rispetto al passato, soprattutto per quanto riguarda l'insonorizzazione. Ho calibrato cinque punti di ascolto su otto disponibili, mentre la scorsa volta non feci tutta questa attenzione. Si parla comunque di prove di ascolto veloci. Sul fronte audio video non noto nessun cambiamento in meglio o in peggio, solo un suono più chiuso e meno aperto. La semplicità invece della fruizione delle opzioni ed il passaggio da un device all'altro è un'altra storia. Minori ammennicoli per una gestione, soprattutto da telecomando più intuitiva. Passare dal direct ai vari preset selezionabili è immediato, così come le opzioni che memorizzano i dispositivi e l'uso che ne facciamo. Oggi sono solo tre gli oggetti che ci collego: PS4, PC e MySky, ma accedere subito al media server o a Spotify è una goduria. Il setup sono riuscito a farlo in fase di collegamento. Il display ha le scritte azzurre, decisamente più moderne, e presenti anche nel modello nero così come il MultiEQ XT e le ottime informazioni sull'input del segnale ed il reale selezionato sulla macchina. Insomma ci si risiamo, riascolto musica e riascolto gli effetti dei BD o dei film di Sky.

Nessun commento: