sabato 2 agosto 2014

Jack Ryan - L'Iniziazione (2014)


Regia: Kenneth Branagh
Anno: 2014
Titolo originale: Jack Ryan: Shadow Recruit
Voto: 5/10
Pagina di IMDB (6.2)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Jack Ryan fino a qualche anno fa, facciamo una quindicina, era tra i miei personaggi preferiti. Del resto Tom Clancy fino a che non ho trovato ripetitivo, mi piaceva abbastanza. Dal punto di vista cinematografico inoltre sono stati tirati fuori alcuni film abbastanza importanti, primo tra tutti Caccia A Ottobre Rosso, e guardare questo reboot mi ha fatto venire voglia di rispolverare i vecchi titoli. A prestare il volto al famoso analista della CIA, dopo Alec Baldwin, Harrison Ford e Ben Affleck, è Chris Pine che ringiovanisce il personaggio e lo colloca esattamente ai giorni d'oggi (durante l'11 settembre andava a scuola). Al suo fianco abbiamo un più navigato Kevin Costner ed una sempre appetibile e desiderabile bella Keira Knightley. Il plot narrativo è un po' più fresco rispetto al solito e forse, ma non sono stato attento il Jack di cui si parla qui è junior, il figlio dell'originale, visto che hanno il solito identico nome ovvero Jon Patrick Ryan. Sarebbe un tantino più sensato, anche se prende un po' troppo le impronte del padre e cioè diviene analista. Insomma, non si capisce bene che tipo di pesce sia, tanto più che la sceneggiatura non è ripresa da un romanzo di Tom Clancy, ma è originale. Originale si fa per dire, poichè la spy story non è diversa da centinaia di tante altre. devo dire comunque non dispiace, è diretta, non annoia, c'è un giusto mix di azione e spionaggio con combattimenti ed inseguimenti. La bomba finale è una chiara espressione della mancanza di idee, ma almeno non la disattivano tagliando il filo giusto a un secondo dall'esplosione. E sebbene non ci sia niente di entusiasmante e si segua un copione di cui conosciamo già l'andamento, fa piacere (ri)vedere la Russia come nuovo pericolo globale ed un attentato di matrice economica (e non solo). La parte legata allo spionaggio si fa apprezzare e da un analista non ti aspetti poi troppo dal punto di vista fisico, sebbene il personaggio di Pine non stia semplicemente ad usare la calcolatrice. Da guardare senza rimorsi.

Nessun commento: