giovedì 28 maggio 2015

Il Grande Sonno (1946)


Regia: Howard Hawks
Anno: 1946
Titolo originale: The Big Sleep
Voto: 7/10
Pagina di IMDB (8.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Fantastico. Sapevo che mi sarebbe piaciuto fin da subito. Anche prima delle battute iniziali ("Non sembra molto alto" - " Faccio del mio meglio"). Appena ho visto Bogart nei panni di Merlowe per un noir senza tempo, audace e contemporaneo nonostante l'età. Nel mio intimo ho un debole per i noir, pur non avendone visti poi molti. Anzi. Eppure vengo spinto, da una forza segreta, a godermeli appena possibile. D'altra parte molti personaggi "moderni" come John McClane, Martin Riggs o Deckard devono qualcosina al malinconico e solitario investigatore privato creato dalla penna di Chandler. Oscurità, pioggia, sigarette, dialoghi con botte e risposte sensazionali, è un piacere commovente starlo ad ammirare con attenzione. La trama è decisamente elaborata, frammentata da nuovi indizi che formano un poliziesco elegante, da seguire con estrema attenzione. Si rischia infatti di perdersi tra foschie, pupe e pistole. Esistenziale punto di forza restano i dialoghi, sia quelli da duro, cinico sprezzante del pericolo sia quelli che inquadrano il protagonisti come un uomo al limite, non sempre vincente, addirittura vittima delle conseguenze. Ed è un protagonista circondato da una serie abbastanza importante di comprimari, uomini, ma soprattutto donne che seguono le direttive di Hawks, il quale si "limita" a dirigere la storia proprio come se lui non fosse presente. Niente voce fuori campo, nessun flashback, nessun artefatto cinematografico che possa ricordarci di essere al di fuori della trama. E' un qualcosa di veramente perfetto nella forma e negli intenti, non si può restare distaccati da quanto prodotto quasi settanta anni fa. Decisamente da vedere con il cuore claustrofobico orientato verso il noir e l'hard boiled.

Nessun commento: