sabato 29 agosto 2015

Londra, ancora Londra

Eccoci ancora a Londra. Boia deh, ma non c'erano altre citta'? Si rifinisce sempre qui, eppure senza mai annoiarsi o senza mai dover ripetere tappe e situazioni. Poi d'altra parte gli A+ ogni tanto devono vedersi, almeno per scambiarsi i regali di compleanno. Mi pare giusto. Ed ecco quindi che con il grembiule de Los Pollos Hermanos posso iniziare a "cucinare" qualcosa veramente sensazionale. L'arrivo ieri e' stato tutto nella norma: appena uscito da Stansted acquazzone di benvenuto, tanto per darmi una rinfrescata. Ed anche una buona decina di gradi in meno rispetto a due ore prima. Nonostante il clima metereologico quello che mi presenta gettons, che questa volta ha organizzato un po' di cosette (risentito del Ponzio che gli affibbiamo) e'  decisamente piu' caloroso e si parte forte con concertino di gruppi emergenti, organizzato da Sofar Sounds. Non sto a spiegarvi come funziona, solo che e' abbastanza piacevole come cose. Leggete nel sito di cosa si tratta, capre. In seconda serata, adatta ai piu' forti, passata in generosa compagnia di Angelo e la_sua_truppa. Poi.. Nanna [cit.]. Il venerdi' (non sono scemo che non so mettere gli accenti, e' la tastiera) mattina sveglia presto, tipo militare con le trombette nella testa e via di corsa con il treno a Windsor. Durante le mie precedenti sette vite, o visite, a Londra non era mai capitato. Vi diro', ne vale indubbiamente la pena eh, ma non e' l'attrazione turistica londinese che piu' mi ha riempito gli occhi. Inoltre e' proibito fare le foto praticamente ovunque, e le due che riuscirete a vedere nel link in fondo all'articolo, sono riuscito a scattarle mettendo in pericolo la mia vita.  Maledetti bobbies. Nel pomeriggio prima di un paio di Pimms sono diventato uomo. Vero. Barbuto. Pirata anzi, ed ora posso anche entrare fiero e gonzo nei peggiori bar di Caracas, Antigua, Aruba e Tortuga. Barbarella e Papa' Castoro ne sono rimasti affascinati. Noi uomini duri sniffiamo wasabi.

Raccolta di Foto

Nessun commento: