domenica 13 settembre 2015

Juventus 1 - Chievo 1

Un solo punto nelle prime tre gare non è un bene. Neanche se tifi Ascoli, figurarci se sei abituato a vedere la Juventus dominare gli ultimi quattro Campionati di Serie A. E' vero che i cicli prima o poi finiscono, ma c'è modo e modo. Credo però che si debba essere delusi piuttosto che preoccupati. E la delusione è un sentimento normale in questi casi no? Due sole reti segnate, il doppio quelle subite. L'unica che non ho visto è quella con la Roma, in cui si dice siamo stati vergognosi, mentre in quelle in casa qualcosa abbiamo fatto. Male, nella maniera sbagliata forse, e senza personalità, però non vedo tutto nero. Il bianco delle nostre strisce rischiara un po' il pessimismo che se avessi tifato un'altra squadra qualsiasi avrei avuto. Adesso serve più che altro un cambio di direzione netto ed efficace che ci sproni e ci faccia tornare a vincere. Non è facile, anche perchè una volta che il leone è ferito, mette meno paura, l'aura di imbattibilità cade e gli avversari si fanno acquistando molta più fiducia. Sono però così convinto che la Juventus sia ancora la squadra più forte del Campionato che non mi va di vendere la sua pelle prima che sia abbattuta definitivamente. ed è davvero troppo presto. Mi spiace molto di quanto sia successo però i giocatori ci sono ed è bene ripartire da capo, a testa alta per poter ancora dire la nostra. Psicologicamente è una brutta botta specie in prossimità di una gara di Champions League, eppure ho il sentore che a maggio sarà tutta un'altra storia.

Nessun commento: