domenica 25 ottobre 2015

Child 44 - Il Bambino Numero 44 (2015)




Regia: Daniel Espinosa
Anno: 2015
Titolo originale: Child 44
Voto: 5/10
Pagina di IMDB (6.4)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Senza infamia e senza lode. Buono il cast (Tom Hardy, Noomi Rapace, Gary Oldman, Vincent Cassel) e particolare l'ambientazione: la Russia sovietica del dopoguerra. Non si trovano al cinema moltissimi thriller di questo genere, forse perchè non esistono omicidi in paradiso. Purtroppo il clima di terrore dovuto alla dittatura non è ben marcato, o meglio: c'è, si respira e ed è costantemente presente, ma deve fare i conti con la trama. Quindi assistiamo a situazioni che potrebbero risultare imbarazzanti per una qualsiasi dittatura in erba, figuriamoci per i sovietici. Parlo del modo in cui i due protagonisti riescono sempre, in un modo o nell'altro, a salvarsi la vita e non essere mai giustiziati. Quando invece basta anche una sola pallottola in testa, giusto per dare l'esempio agli altri. Abbiamo così uno sfondo, su cui si muove il protagonista Hardy che potrebbe essere raccontato in maniera meno spicciola ed abbiamo il corpo della trama rappresentato dalle indagini. Alla fine entrambi i filoni narrativi risentono l'uno della presenza dell'altro, arrivando ad essere inconcludenti entrambi. Tra i due ha la meglio comunque la corrente filosofica che porta avanti il lato poliziesco, forse perchè più intrigante e più occidentalizzato. Al resto non siamo abituati, e personalmente mi sarebbe piaciuto vedere qualcosa in più. Così come se vedo Tom Hardy in una parte che si presta alla sua figura ed ai suoi grugniti, voglio vedergli spazzare via gli avversari a suon di mazzate sul capo o di rutti. Le scene di lotta ci sono, un paio, ma di scarso valore, andando a sottolineare che si tratta di un altro genere di film.

Nessun commento: