lunedì 21 dicembre 2015

Blue Jasmine (2013)




Regia: Woody Allen
Anno: 2013
Titolo originale: Blue Jasmine
Voto: 5/10
Pagina di IMDB (7.3)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Di Woody Allen mi sa che preferisco i lavori più vecchiotti, sebbene qui ci sia una strepitosa Cate Blanchett che sì, lei non invecchia mai. Una pellicola drammatica, vestita con la falsa promessa della commedia, non più auto ironica, ma con una protagonista centrale che ha della bugia e dell'opportunismo il proprio cavallo di battaglia. L'unico forse, riuscendo a mascherare la propria triste esistenza, riempita solo in parte dal denaro e dall'apparire. La colpa infatti non è nell'essere ricchi, e neanche nel voler condurre una vita di agi e frivolezze (agli occhi di chi ricco non lo è), ma nell'essere vittima della propria gelosia ed inadeguatezza. La sceneggiatura però non richiama con un finto moralismo a valori semplici che stanno nelle piccole cose: la sorella (Sally Hawkins) infatti non è un contrapposto esempio di virtù. Gli sbagli ed i guaii li possono commettere (anche in maniera ridondante) tutti, indistintamente dal ceto sociale a cui appartengono. L'eleganza dell'alta società è un richiamo assoluto per Jasmine (un tempo Jeanette) che cerca di "sistemarsi" con il principe azzurro; una sognatrice, che abbandonate le smorfie iniziali, cerca anche di darsi da fare e rimboccarsi le maniche, ma che non riesce a tenere a bada i propri sogni e le proprie crisi di nervi. Le sfugge così, per una sorta di legge del contrappasso, l'occasione migliore che possa avere, Bugie e menzogne pur di aggrapparsi ad un mondo ormai svanito e difficile da raggiungere nuovamente. La protagonista, dipinta e recitata come spocchiosa, odiosa, materialista, ottiene esattamente ciò che semina, non imparando dai propri errori: addio ottimismo, addio possibilità di redenzione. Angoscioso, ma neanche troppo originale come temi. Il DVD presenta i seguenti extra:
  • Note da Il tappeto rosso (6 minuti)
  • Conferenza stampa (25 minuti)

Nessun commento: