lunedì 4 aprile 2016

Decimo giorno: altro + New Orleans

Volevo e potevo iniziare l'articolo in tanti modi: la tortura del sonno che ho subito questa notte da gettons, il fatto che seguo anche da qui gli eventi sportivi (grande Vale secondo, grande Juve che vince ancora), oppure su quanto fosse interessante la base militare di Pensacola. Si' ok, tutto ganzo, come ganza e' stata Miami, ganza Key West, ganza Orlando e cosi' via. Ma poi siamo arrivati a New Orleans e tutto e' cambiato. E tra l'altro siamo anche arrivati abbastanza male, visto che ad attenderci per le strade c'era un mega rave party chiamato Super Sunday. Qualcosa di folle, di pazzesco, proprio nei pressi di casa (questa meritera' un apposito articolo recensione con calma, quando torno a Piombino) che ci ha fatto fare 800 metri in quasi un'ora. Immaginate il casino che fanno al Mugello, tutto pompato con la prepotenza ed il colore americano, e riversatelo in una decina di isolati. Moto che sgassano, che sgommano, che fondono il motore, auto da corsa, cavalli, genti pazza per strada, gente pazza sopra le macchine (mentre vanno) gente pazza che impenna, gente pazza con veicoli di cui ignoravo l'esistenza. Nonostante il casino totale riusciamo ad arrivare a casa, sistemarci ed uscire per il quartiere francese. Purtroppo le mie capacita' descrittive sono troppo basse affinche' possa riuscire a farvi capire. Di sicuro ha una marcia in piu' rispetto a tante altre. Hai voglia a dire che e' magica e musicale, si' vabbeh questo lo sanno tutti. New Orleans in questa prima sera e' davvero stupenda, una di quelle citta' che puo' mettere d'accordo tutti: Musampa, One, Ikkio, Squama, Torcia, Turimbo, Rase, Amulio. Addirittura me e gettons. E queste impressioni in neanche mezza giornata. Sto ancora smascellando, qui c'e' di tutto e di tutti i tipi. Credo che mi fermero' qui per finire il mio ultimo libro. Ah, dimenticavo: cena splendida, raffinata, francesissima, elegante come le punizioni di Del Piero, squisita, deliziosa ed anche ad un prezzo abbordabile da Compere Lapin.

Le foto sono solo della giornata praticamente perche' durante la festa se tiravo fuori il telefono ci sta che ne ritrovassi due, mentre la sera con le troppe luci sarebbero venute male.

Pensacola e New Orleans (03/04/2016)

Appartamento di Barrett a New Orleans

Nessun commento: