sabato 4 giugno 2016

Anatomia Di Un Omicidio (1959)




Regia: Otto Preminger
Anno: 1959
Titolo originale: Anatomy Of A Murder
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (8.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Gran bel legal thriller che non si limita a svolgersi in aula sebbene racconti, attraverso sorprendenti e piacevoli dialoghi un processo per omicidio, in cui tutto all'apparenza sembra già scritto. Porta al cinema temi caldi, clamorosi e polemici: dal dibattito difesa / accusa, alla violenza carnale, passando per la momentanea infermità mentale. Attraverso i magistrali atti di difesa, ed i controbilanciati attacchi della procura veniamo a conoscere un mondo che non è soltanto bianco o nero (come la pellicola) ma porta con sè numerose (magari non cinquanta) sfumature di grigio. Basta che una donna, nel 1959, sia attraente in maniera straordinaria (e Lee Remick lo è), allegra e di compagnia, affinchè possa essere giudicata meritevole di una violenza? E l'avvocato difensore (James Stewart) nonostante tutte le prove a sfavore del suo cliente (Ben Gazzara) può provare che il raptus omicida sia la conseguenza straordinaria che gli annebbiarono la mente? A differenza del superiore La Parola Ai Giurati di due anni prima, la scene che compongono i film avvengono anche all'esterno, è più dinamico, sfiora quasi il genere giallo. La parte investigativa trova diversi punti ciechi e vediamo come gli avvocati si muovano su percorsi labirintici e colmi di svolte, per giungere al risultato finale. Il legal thriller affascina, non sempre si deve scoprire la verità, non sempre si deve arrivare alla giustizia. E' esattamente come nella vita reale.

Nessun commento: