domenica 30 ottobre 2016

Regalo Vaticano

E' arrivata finalmente la sorpresa del regalo per il mio compleanno da parte di Funflus e Paolina: una gita da loro organizzata che ha toccato numerose attrazioni di interesse culturale TOP presenti a Roma. La mattina del sabato ci vede subito arrivare, dopo una breve passeggiata, ai confini dello Stato ed entriamo così in Vaticano dove, dopo un pressing di qualche mese per i biglietti, abbiamo la visita guidata ai Musei e Cappella Sistina. Non c'ero mai stato e cavolo, ne vale veramente la pena, sia per il numero impressionante di opere (se ci si ferma un minuto ad osservarne ognuna, si sta dentro per sei anni) che per la loro incredibile bellezza, ma anche grazie alla guida davvero preparata su ogni aspetto, che ci ha portato a spasso tra le varie sale del Museo di Pio Clementino, tra le Gallerie dei Candelabri, delle Carte Geografiche e degli Arazzi, tra le Stanze di Raffaello e nella Cappella Sistina. Aneddoti e racconti storici, culturali, religiosi che non ci hanno mai annoiato ed hanno saputo riempire le nostre lacune in maniera egregia. Entrare poi in San Pietro è anch'esso un'esperienza unica e da affrontare senza remore, considerando che complessivamente i turisti che ci circondano sono migliaia e provengono da ogni parte del mondo per un qualcosa di unico che tutto sommato abbiamo a pochi chilometri da casa. Il pomeriggio abbiamo poi visitato quello che fin da piccolo è sempre stato il mio castello preferito: Sant'Angelo. Immenso e ai limiti del labirintico permette di spingerci all'interno dei suoi antri e percorrere le passeggiate lungo le mura. Ci godiamo infine la vista della città dall'alto, in tutta la sua vastità e bellezza fiera. Ciliegina sulla torta in serata con la mostra al Vittoriano dedicata ad Edward Hopper. Come ogni finto intellettuale che si rispetti ho bisogno di un artista preferito, ed ho scelto proprio lui di cui effettivamente so un mucchio di cose. E tra l'altro in casa tengo Nighthawks che infatti non era esposto a Roma: arrivando in treno era un casino portarlo. A parte tutto le opere qui presenti non sono poche, sebbene non siano le "maggiori", ma il percorso è ben fatto e ci sono un paio di installazioni video che raccontano la sua storia ed il suo rapporto con il cinema. Grazie agli agganci di Funflus poi troviamo posto per cenare all'Antica Birreria Peroni che merita sicuramente di essere menzionata. Se volete andare, mettetevi in lista ed abbiate pazienza, ma ne varrà la pena. Poi questa mattina il risveglio: ti colpisce all'improvviso, non sei preparato, non sai cosa fare. Alle 07:41 arriva la scossa di terremoto. Una sensazione per niente piacevole, anche se eravamo al piano terra, senti il suolo muoversi. un po' di qua ed un po' di là, per alcuni secondi che sembrano durare troppo. Tutti fuori nel corridoio in mutande a capire cosa fare. L'Italia ha tremato, questa volte con meno conseguenze rispetto alle ultime scosse. Così, già in piedi, andiamo verso Villa Borghese, anche per stare saggiamente in spazi aperti e goderci il sole ed il caldo. C'è tempo per un'ulteriore visita culturale alla Villa Medici prima di tornare a Termini zaino in spalla.
Ecco gli album fotografici della mini vacanza:

Musei Vaticani e San Pietro
Castel Sant'Angelo
Mostra Edward Hopper
Villa Borghese e dintorni

Nessun commento: