mercoledì 30 novembre 2016

Netflix: download contenuti e visione offline

Da oggi Netflix, (a circa un anno dal suo arrivo in Italia) se usato tramite applicazione per smartphone, permette ai propri utenti di usare una funzionalità che può essere considerata una killer feature e surclassare la concorrenza a mani basse: la possibilità di scaricare contenuti e guardarli in seguito, offline. Per l’utilizzo personale che faccio di Netflix (lunghe maratone a casa) è difficile che questa cosa abbia un’importanza rilevante per le mie abitudini. Un collegamento casalingo lo ho sempre, e generalmente se sono fuori, la necessità di utilizzare lo smartphone per streaming è limitata ai contenuti dei social, alla musica o ad eventi live. Difficile quindi che voglia vedere una serie TV o un film sullo schermettino da poco oltre i cinque pollici. Però questa esigenza può esistere in altri oppure tramutarsi in una comodità quando magari si è in viaggio e non si dispone di una linea dati, o semplicemente non la si vuole intaccare. Con l’aggiornamento, Netflix ci avvisa subito di questa possibilità e basta cercare il classico simbolo del download sui contenuti per fare una prova: di default permette di scaricare solo sotto una wifi (ma possiamo decidere come vogliamo) e sulla memoria interna. Non su SD. Dalle impostazioni è possibile accedere alla parte dedicata al download e da lì agire sui contenuti scaricati per la visione. Ho fatto una prova veloce senza starci troppo ad impazzire e premetto che posseggo uno smartphone Android senza permessi di root. In pratica non è possibile copiare i files scaricati sulla SD o da altre parti (saranno protetti con DMR) e neanche è possibile aprirli tramite un altro lettore video (ho provato con VLC). Vabbeh, era giusto per completezza,abbastanza scontato che fosse così.

Nessun commento: