domenica 11 dicembre 2016

Torino 1 - Juventus 3

Prima di iniziare con il torrente in piena di elogi ed esaltazioni per la Juve, voglio fare i complimenti al Torino, che si è rivelata una squadra ostica, ben messa in campo e con giocatori che vogliono fare la partita a testa alta. Tra tutti Belotti, che mamma mia, secondo me è straordinario. Ma poi mi viene da pensare a noi: a quel giovane che forse l'anno scorso doveva adattarsi e che oggi fa una partita straordinaria: il nostro Rugani. E comunque anche questa partita è stata bella, abbiamo giocato bene, certo non in maniera perfetta, ma a parte che non siamo mai tutti, poi anche l'avversario voleva e poteva dire la propria. Momenti per rifiatare e disattenzioni possono anche esserci, va bene però non farsi prendere in fallo ed avere comunque il controllo del campo in fase avanzata. Nonostante le sventolate granata infatti il gioco è sempre stato in mano bianconera che è riuscita pure a sciupare alcune occasioni, mentre Buffon si è sporcato i guanti soltanto in un'uscita. Il famoso ciccione Higuain, quello che deh, devi almeno dire che è grasso, altrimenti non puoi affiancarci la parola "sì è forte, ma.." cosa ha fatto? Ha segnato ancora. Doppietta. Prima raggiunge il pareggio dopo un tacco smarcante di Mandzu e poi chiude la partita proprio nel momento in cui il Torino provava l'arrembaggio finale. Entra poi l'Eletto: Dybala col pallone fa quello che gli pare. Ne salta uno, poi due in un fazzoletto sul fallo laterale, creando uno spazio inesistente, dà una palla magica al ciccione di prima, quello della doppietta, sulla respinta la dà a quello che è slavo e che quindi gioca bene una partita ogni dieci, ma che anche lui oggi segna. Tanto per cambiare si intende. Ed è così che anche questo derby ce lo portiamo a casa. Ancora sì. #finoallafine.

Nessun commento: