venerdì 17 marzo 2017

Pagamento contributo Consorzio bonifica

Attenzione, scrivo questo articolo basandomi sulla mia esperienza personale, ma non è detto che si tratti di un errore diffuso, e neanche di un errore in sè, ma della pratica corretta, che trovo però ingiusta. In questi giorni, se abitate in zona vi saranno arrivati a casa i bollettini ed i moduli per pagare "i fossi". Oltre al totale dell'importo da pagare, sul retro possiamo vedere comodamente la lista degli immobili, fabbricati o terreni a cui fa riferimento il Consorzio 5 Toscana Costa. Ho potuto notare, che per un immobile in particolare (così suddiviso: 16% io, 16% mio fratello e 68% mia madre) io avevo una cifra incongruente se rapportata a quella degli altri due. Mio fratello per di più neanche aveva tale voce. Così ho chiamato il numero verde 800 94 69 00 ed ho parlato immediatamente con un operatore. Da dire fin da subito che stato cordiale e gentile e dopo varie ricerche sulle visure catastali è emerso quanto segue: gli immobili in comproprietà vengono pagati dal primo nominativo presente al catasto, in ordine alfabetico. In questo modo l'inghippo è il seguente: io pago tutta casa di mia madre, la quale a sua volta paga tutta casa di suo padre (essendone comproprietaria anche se solo al 25%). Premesso che noi in famiglia non abbiamo problemi e parliamo tra di noi, mi domando, anche trattandosi di pochi soldi, se è giusto come metodo. La risposta penso sia automatica: no. Anche perchè non si fanno distinzioni di percentuali e questo può comportare gravi problemi. Non so quanto sia diffusa questa pratica, dubito sia capitato soltanto a me visto che le persone coinvolte sono di più anche all'interno della stessa famiglia: mio fratello, mia madre, mio nonno, mia zia. Quindi dateci un occhio e controllate bene cosa state pagando.

Nessun commento: