mercoledì 15 agosto 2018

Paisà (1946)




Regia. Roberto Rossellini
Anno: 1946
Titolo originale: Paisà
Voto e recensione: 6/10
Pagina di IMDB (7.7)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Dopo Roma Città Aperta, Roberto Rossellini mette in campo il secondo tassello della trilogia della guerra antifascista. Sempre una pellicola di stampo neaorealista, ma questa volta suddivisa in sei episodi (Sicilia, Napoli, Roma, Firenze, Appennino emiliano, Porto Torre) che segnano l'avanzata angloamericana per la liberazione. Un riscatto collettivo in cui il quadro d'insieme resta drammatico, tragico e colmo di sofferenza, seppur in un momento storico in cui l'Italia si trova a fare i conti con se stessa, gli invasori (ex alleati) ed i liberatori (nuovi alleati). E' una pellicola tosta che non ricerca il lieto fine in ogni episodio, ma si concentra sul realismo delle situazioni. Uno spaccato dell'Italia in guerra di un valore assoluto.

Edizione: DVD
Versione restaurata nel 1995, la qualità video resta abbastanza scarsa, specialmente nelle scene notturne. La traccia audio è italiana, con subs per il parlato in lingua straniera. Gli extra sono:

  • Intervista a Renzo Rossellini (6 minuti)
  • Hanno detto del film (6 minuti)
  • Dietro le quinte (8 minuti)
  • Il contesto storico (29 minuti)
  • Documenti

martedì 14 agosto 2018

La Mosca 2 (1989)




Regia: Chris Walas
Anno: 1989
Titolo originale: The Fly II
Voto e recensione: 4/10
Pagina di IMDB (5.0)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Sequel del sicuramente migliore, e non di poco, La Mosca. Senza stare a fare i fan dell'ultimo minuto, Cronenberg è veramente un'altra faccenda. Totalmente. Sia per quanto riguarda l'originalità (e vabbeh questo è un seguito un po' arrangiato) sia per ciò che trasmette. Qui si tratta di un semplice splatter fantascientifico che prende spunto dal predecessore. Non che gli effetti speciali ed i trucchi siano di poco conto, anzi l'intento è davvero buono, ma il risultato lascia l'amaro in bocca: il film è piatto. Non decolla, avendo una prima parte lenta e maggiormente scientifica o ragionata, ed una seconda dove finalmente avviene la mutazione, che ormai tutti si aspettavano. Manca l'innovazione e manca il deturpamento malato della carne. O meglio quello c'è, ma è una mera questione visiva. Basta aver visto il primo per capire di cosa parlo.

Edizione: DVD
Semplice versione DVD che riprende nella grafica la precedente. Traccia italiana in stereo, extra:

  • Trailer
  • Making of (5 minuti)
  • Interventi (6 minuti)

lunedì 13 agosto 2018

La Passione Di Cristo (2004)




Regia: Mel Gibson
Anno: 2004
Titolo originale: The Passion Of Christ
Voto e recensione: 7/10
Pagina di IMDB (7.2)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Bello, crudo, pesante, epico. Non è per niente semplice utilizzare come soggetto un personaggio religioso, forse IL personaggio religioso per antonomasia, ovvero Cristo. E non è per niente semplice concentrarsi su di una parte della sua storia, quella finale, riuscendo a sostenere il realismo che vuole essere alla base della pellicola. Mel Gibson non lo fa con distacco, questo è appurato, ma la visione è per tutti. Per tutti coloro che riescano a sostenere la crudezza di determinate scene, che sono di vera e propria tortura, ma che possono essere credenti, atei o semplicemente interessati. Non è un polpettone religioso, e neanche un colossal storico. Gibson va oltre: con l'ausilio di una fotografia ed un montaggio sensazionali, con l'utilizzo delle lingue originali dell'epoca (aramaico e latino) porta sullo schermo un realismo mai visto prima. Soltanto nella parte finale, con un breve accenno alla Resurrezione ed alla distruzione del tempio si lascia andare al sovrannaturale ed al mistico. Il resto sono visioni, flashback e ricordi. Al di là della veridicità degli avvenimenti, Gibson si affida a diversi studiosi e vari testi scritti (condivisibili o meno chi se ne frega), ma predilige calcare la mano su scene cruente e d'impatto visivo. Lo fa in maniera azzeccata, perchè comunque anche questo è cinema. 

Edizione: steelbook
Bella edizione con steelbook che vede sul fronte l'artwork della locandina, mentre sul retro ciò che generalmente troviamo nel flyer, bollino SIAE compreso. All'interno abbiamo due dischi: un bluray contenente il film ed un DVD (avrei preferito l'alta risoluzione anche in questo caso) con numerosissimi extra. La qualità video è sensazionale come quella audio: unica traccia originale in aramaico e latino con sottotitoli attivabili in italiano o in inglese. Ecco i contenuti extra:

BD:

  • Versione "recut" (più corta di circa 7 minuti rispetto l'originale)
  • 4 commenti audio (con sottotitoli)
 DVD:
  • Produzione (2 ore e 1 minuto)
  • L'eredità (1 ora e 2 minuti)
  • 5 gallerie di immagini, fotografie e testi
  • 2 trailer
  • 2 spot TV




Flesh Gordon - Andata E Ritorno... Dal Pianeta Porno! (1974)




Regia: Michael Benveniste, Howard Ziehm
Anno: 1974
Titolo originale: Flesh Gordon
Voto e recensione: 3/10
Pagina di IMDB (4.7)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Penoso, ma senza doppio senso. Una commedia erotica degli anni settanta che ha come motore centrale la parodia del personaggio dei fumetti su cui anni più tardi è stata fatta la trasposizione cinematografica. Niente di che, se non lo sforzo di utilizzare effetti speciali e costumi e creare una storia con un capo ed una coda. Forse per l'epoca aveva un che di dissacrante, e riusciva a scherzare in maniera sessualmente esplicita e con dialoghi (magari a quei tempi) volgari. Un certo tipo di cinema demenziale con qualche scena erotica ed un comparto di effetti speciali che vorrebbero, ma non possono.

Edizione: DVD
Versione restaurata ed integrale del film. Sulla locandina il titolo è: " Flesh Gordon - Andata E Ritorno... Dal Pianeta Korno!". La qualità sia video che audio (per la traccia italiana Dolby Digital 5.1) non è niente di particolare, anzi si sentono gli anni della pellicola. Gli extra sono:

  • Trailer
  • Galleria fotografica

domenica 12 agosto 2018

Osteria del Bazzone, Pian di Coreglia

Altro posto in cui mangiare, nel nostro caso per cena,scelto tramite TheFork. La zona, avevamo base a Bagni di Lucca, è molto vasta e non conoscendo alcun ristorante ci siamo affidati a quelli proposti dall'applicazione che offrivano uno sconto diretto alla cassa. L'Osteria del Bazzone è un locale che come esterni e struttura non ha grandi pretese (arredamento moderno, non rustico, forse un po' troppo vago), ma che sa sicuramente il fatto suo in termini di cucina. Ciccia in particolare, o almeno noi ci siamo orientati sulla carne, senza rimanerne delusi. Le portate sono state: un antipasto (un tagliere di prosciutto) da dividere, due secondi, due contorni di verdure, un dolce ed un litro di vino. Con lo sconto applicato del 20 % grazie a TheFork siamo arrivati ad un totale di 38 euro. Da tenere in considerazione: il personale inoltre è gentile e preparato.









Se utilizzi questo codice puoi avere già dalla prima prenotazione 1000 yums, pari a 20 euro

Orrido di Botri ed altre avventure

Tre giorni di avventure, per tutti i gusti, e quattro paia di calzature differenti, per tutti i gusti anche loro. Questo era il principio, ma c'è anche un proseguo ed una fine, tutti andati nel migliore dei modi. Una delle gite di agosto è stata pensata in quelle zone di Appennino nel nord della Toscana, nei dintorni di Bagni di Lucca, che avevamo già promosso a pieni voti qualche mese fa. Un po' la zona quindi la conoscevo e si prestava bene per chi volesse vivere al contatto con la natura e fare anche un po' di sport. Così con quella email inviata, qualche ricerca sui gruppi per viaggiatori e qualche contatto casuale con la gente del posto, ecco sistemati i progetti per le cose da fare.

Ponte sospeso di San Marcello Pistoiese:
Prima tappa alla quale arriviamo dopo aver ammirato colli, valli e montagne. Fino al 2006 è stato il ponte sospeso pedonale più lungo del mondo, ed anche se adesso non lo è più, si tratta di un'opera da ammirare e da percorrere. La sua inaugurazione risale al 1923, quasi cento anni fa e ci porta nel vuoto fino ad un'altezza di 36 metri, che a dirla così non sembra eccessiva, quanto ti trovi a metà dei quasi 230 metri di lunghezza del ponte, e quello vacilla, può scatenare diverse emozioni, tra cui anche un po' di paura.

Orrido di Botri:
Il punto di forza di questa vacanza è la visita all'interno della Riserva Naturale dell'orrido di Botri. Abbiamo prenotato la visita guidata, sebbene sia possibile entrarci in maniera privata (attenzione perchè l'accesso giornaliero è solo per un massimo di 200 persone), perchè usufruire di una persona competente che racconta la storia e le leggende del luogo, ti insegna a muoversi all'interno della riserva e spiega l'ecosistema che andremo ad incontrare è sempre un valore aggiunto. Per quanto mi riguarda l'utilizzo di una guida esperta è molto utile anche per proseguire correttamente lungo il percorso, senza il rischi di farsi male. Non è una passeggiata semplice, in più occasioni (e mi è capitato nonostante non sia alle prime armi) si può scivolare o cadere. Serve un vestiario adatto, soprattutto scarpe da trekking ed una maglia a maniche lunghe per non patire il freddo. All'entrata verranno forniti, oltre alle istruzioni comportamentali, anche i caschetti obbligatori da utilizzare durante il percorso. Considerate che quasi tutto il tragitto, circa cinque ore andata e ritorno, fino alla piscina naturale, lo si fa con i piedi immersi nell'acqua la cui temperatura è tra i 9 ed i 12 gradi. Alle volte ci si bagna fin oltre le ginocchia ed in base a quanto siete alti (o bassi) anche quasi fino alla vita. Nello specifico si tratta di una gola calcarea con pareti che durante la risalita da Ponte a Gaio svettano fino a 200 metri. Lo spettacolo è assicurato: rocce, massi, acqua, piante per una varietà di colori tale che le fotografie non riescono mai nell'intento di mostrare tale bellezza. Questo percorso, più che una prova di fatica (e resistenza all'acqua fredda) va visto come la possibilità di accedere ad un posto che sebbene non possa definirsi incontaminato, resta un'enclave al di fuori dell'ordinario.

Sentiero dei 5 Borghi, Val di lima:
Piace fare trekking? Piacciono le passeggiate all'interno dei boschi? Piacciono i vecchi borghi medievali? Questo percorso capita proprio a pennello. Lo ho trovato un po' casualmente contattando la Pro Loco di Bagni di Lucca. Ecco come funziona: cercate l'Agriturismo Pian di Fiume e e fatevi portare dal navigatore all'entrata. Troverete un cancello chiuso, non demordete. Ho suonato il campanello e ha risposto il signor Massimo, proprietario della struttura e ideatore di questo percorso. E' stato molto gentile nell'accoglierci, pur non essendo clienti, ed indicarci come proseguire. La partenza è da Pian di Fiume a 160 metri sul livello del mare e prosegue sempre ben segnalata da indicazioni di colore giallo passando per Guzzano (440 metri slm), Gombereto (480 metri slm), San Gemignano (532 metri slm) e Pieve di Controne (565 metri slm). Anche queste passeggiata nella natura, con percorso ad anello che porta via circa tre ore, è un must da imparare a conoscere e diffondere per chi ama determinati posti.

Hotel & Terme Bagni di Lucca:
Due parole le devo spendere anche sulla base della nostra vacanza: l'alloggio scelto è stato presso Hotel & Terme Bagni di Lucca , un complesso a  tutto tondo che prevede camere, ristorante e centro benessere. Ci hanno coccolati fin dall'arrivo, estremamente gentili eppure mai entranti. La camera spaziosa, con aria condizionata, pulita ed ordinata. Aperitivo di benvenuto nel giardino all'aperto, un cena al ristorante della struttura e gli immancabili servizi terminali di cui non potevamo fare a meno per una giusta dose di relax. Una base senza dubbio da scegliere nuovamente, per ulteriori visite.

Usa l'app di Booking.com e ottieni un rimborso di € 15 con questo codice coupon: oldglo15 https://booking.com/s/67_4/oldglo15

Album fotografico: Orrido di Botri e dintorni

Acquista su Amazon Le Dolomiti della Val di Lima

venerdì 10 agosto 2018

10 Agosto #4

Te ne sei perse così tante, che neanche ci avresti creduto, se non te le avessi raccontate di volta in volta, ma tutte insieme.


giovedì 9 agosto 2018

Scommessa Con La Morte (1988)




Regia: Buddy Van Horn
Anno: 1988
Titolo originale: The Dead Pool
Voto e recensione: 5/10
Pagina di IMDB (6.3)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (cofanetto Ispettore Callaghan Collection)

Film:
Quinto ed ultimo capitolo della saga di Dirty Harry, l'Ispettore Callaghan per noi. Come film e come trama segue i precedenti, con il duro e crudo ispettore che svolge un'indagine ricca di azione, sparatorie ed inseguimenti (anche con una macchinina radio comandata). Una sceneggiatura semplice, senza tanti fronzoli, ma che è in pieno stile anni ottanta. Nulla di memorabile se non per due fattori. Il primo è che Callaghan è meno antipatico del solito. Ok spara appena qualcuno lo guarda storto, ma la maggior parte delle volte lo fa avendo ragione. La seconda è che, e per me è importante, nella colonna sonora possiamo ascoltare Welcome to the Jungle dei Guns... Era il 1988 ed Appetite aveva bisogno di una certa promozione pubblicitaria. Visto anche il tema trattato poteva andare più che bene. In un paio di scene si vedono pure molto chiaramente Axl (al funerale della prima vittima) e Slash (che spara con l'arpione). Utile per concludere la saga e riaccendere un po' di nostalgia musicale.



Edizione: Ispettore Callaghan Collection
Il bluray in questione è contenuto in un cofanetto interamente dedicato all'Ispettore Callaghan che contiene tutti i film della saga. Si tratta di un semplice cartoncino con all'interno i cinque distinti amaray. Audio italiano in stereo ed i seguenti extra:
  • Commento audio
  • The craft of Dirty Harry
  • 5 trailer


mercoledì 8 agosto 2018

Mute (2018)




Anno: 2018
Titolo originale: Mute
Voto e recensione: 6/10
Pagina di IMDB (5.4)
Pagina di I Check Movies

Mute è un noir fantascientifico con ambientazione cyberpunk, diretto da Duncan Jones e distribuito da Netflix. Per quanto mi riguarda, bello: da vedere assolutamente se si è interessati anche minimamente al genere. L'ambientazione, un'inusuale Berlino del futuro con tinte al neon, è sicuramente uno dei punti di forza. Perchè riesce a calarti all'interno di quell'ambiente violento, ambiguo, depravato. In cui il protagonista è un amish muto, in netto contrasto con il mondo tecnologico che lo circonda. La struttura della trama è invece l'anello debole della catena: inizia una parte investigativa abbastanza sconclusionata, che non per questo scade, ma neanche tiene alte le premesse e le potenzialità. Il cyberpunk, diretto in questo modo, apre le porte e richiama a sè tutta la bellezza nostalgica del noir di altri tempi, sebbene qui evidentemente ci siano forse troppi intrecci e presunti colpi di scena. La critica, così come il pubblico (su IMDB è dato ad un misero 5.4) non sembrano averlo apprezzato particolarmente, mentre io spero che film di questo stampo ne vengano girati molti di più.

martedì 7 agosto 2018

Limitless [Stagione 1]




Anno: 2015 - 2016
Titolo originale: Limitless
Numero episodi: 22
Stagione: 1

Serie TV che prende spunto e funziona da sequel di Limitless, il film. Anche in quel caso ricordo che la prima parte fu migliore rispetto al finale, qui non è è esattamente così, ma determinati episodi, soprattutto quelli centrali sono troppi e decisamente non all'altezza dei primi. La stagione è unica, sembra ne fosse prevista anche un'altra, poi invece cancellata, ma a mio avviso può considerarsi conclusa anche così. Abbiamo un misto di storia verticale ed orizzontale, ogni puntata è comunque collegata grossomodo alla successiva: si svolge come un insieme di casi da risolvere grazie all'uso dell'NZT, la droga speciale che ti rende super intelligente, e ne segue uno più complesso con vari intrecci. Questi vanno dal genere quasi fantascientifico, al thriller, allo spionaggio, ma sempre più presente è la vena di commedia che non sempre è azzeccata. E' possibile guardare la serie tutta d'un fiato agevolmente, pur non rimanendo niente di memorabile.

lunedì 6 agosto 2018

Almanya - La Mia Famiglia Va In Germania (2011)




Regia: Yasemin Samdereli
Anno: 2011
Titolo originale: Almanya - Willkommen In Deutschland
Voto e recensione: 5/10
Pagina di IMDB (7.2)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

La storia di una famiglia turca immigrata nel corso degli anni sessanta in Germania, che si è integrata ed ha messo le proprie radici tra i tedeschi, pur non dimenticando le tradizioni della loro origine. Il racconto si svolge con simpatia, con quella punta di commedia che ci mostra in maniera disinvolta le difficoltà, ma non solo. Se una famiglia di immigrati parte da zero, senza neanche conoscere la lingua i problemi possono essere innumerevoli, eppure questa pellicola non intende concentrarsi su queste problematiche: nel corso degli anni si sono saputi adattare ed integrare. La regia punta anche sulle stranezze che il nostro mondo occidentale può causare agli occhi, forse ingenui ma non per questo inadatti, di chi viene in cerca di un lavoro e di una nuova vita. Peccato che il plot a mio avviso si esaurisca nella prima parte del film, mentre la seconda non rispetta le aspettative e risulta stagnante.

domenica 5 agosto 2018

Stridulum (1979)




Regia: Giulio Paradisi
Anno: 1979
Titolo originale: The Visitor
Voto e recensione: 4/10
Pagina di IMDB (4.9)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Diretto da Giulio Paradisi, che utilizza lo pseudonimo di Michael J. Paradisi, Stridulum (The Visitor nella versione americana) è un film di stampo horror fantascientifico ambientato ad Atlanta, ma girato anche a Cinecittà. Per quanto mi riguarda si tratta di uno sforzo, di una prova consistente, di uscire dal ramo dei B movie, ma ci riesce in parte per colpa di una trama quasi mai avvincente purtroppo. E' un misto tra l'assurdo fantastico che ha voglia di essere qualcosa di più, ed il film horror con sette religiose adoratrici del male. In questo caso alieno, sebbene ci possano essere richiami, almeno figurativi, al cristianesimo. Nonostante tante pecche, a partire dagli effetti speciali e dalle scene che avrebbero dovuto essere più crude e sanguinarie, restano buoni spunti come la pattinata sul ghiaccio ed alcune espressioni della bambina Katy.

Edizione: DVD
Niente di eccezionale per questa edizione della Stormovie con un video accettabile, audio italiano anche in multicanale, ma solo 5 schede filmografiche negli extra.

sabato 4 agosto 2018

Da Nicco ristorante pizzeria, Orbetello

Ecco la mia seconda prenotazione con TheFork. Questa volta nessuno sconto extra, ma soltanto i 100 yums da accumulare per la cena presso il ristorante pizzeria da Nicco ad Orbetello. Come orario di prenotazione ho scelto 21:30, sono arrivato come al solito puntuale, e tra le richieste tramite applicazione ho richiesto, se possibile, il tavolo esterno ed il pagamento tramite carta di credito. Gentili, personale qualificato, hanno accolto subito le mie richieste. Ho scelto il "gran menù di mare" a prezzo fisso 40 euro, compreso il servito. Si tratta di tre portate: un insieme di assaggi come antipasto (più una chip di pane al formaggio offerta dallo chef), gnocchetti con muscoli e frittura mista di totani e gamberetti. Mi esprimo soltanto in base al mio gusto personale: decisamente buono e prelibato l'antipasto, così come il primo piatto, sebbene per alcuni possa risultare troppo saporito (o salato). Un po' una delusione la frittura, in cui abbondavano i totani, mentre erano tre di numero i gamberetti. Da bere acqua o mezzo litro di bianco della casa, ho preferito optare per la prima. Da tornarci? Sicuramente anche per assaggiare altro, pizza compresa.







Se utilizzi questo codice puoi avere già dalla prima prenotazione 1000 yums, pari a 20 euro

Itinerari in Maremma #1

Dopo aver fatto alcune escursioni con trekking all'Elba (ad esempio lo Zero Mille) o sul nostro promontorio (ad esempio con Capaerrante) mi spingo un pò più a sud per dedicarmi al Parco della Maremma. Le escursioni più interessanti sono quelle organizzate e da richiedere con prenotazione. Abbigliamento adatto, zaino, cibo e soprattutto acqua da portare con sè.

Parco della Maremma: A2-A3 torri e grotte
La difficoltà è semplice, il tracciato è lungo 11,7 km per un totale di circa cinque ore e mezzo. Dal Centro visite di Alberese ci spostiamo  con un bus di linea per poter partire dalla località Pinottolai ed attraversare la pineta Granducale fino al ponte delle tartarughe che ci porta proprio in prossimità della grotta delle Caprarecce. Il cammino inizia ad essere leggermente più faticoso, dovendo farlo in salita, ma raggiungiamo senza difficoltà Castel Marino ed in seguito Torre Collelungo. La spiaggia sottostante, quasi deserta e con un numero limitato di accessi, ci offre una visione paradisiaca e ne approfittiamo per un bagno ristoratore. Nonostante la partenza fosse stata fatta la mattina presto, il caldo in questo periodo dell'anno si fa sentire ed è stato difficile anche avvistare qualche esemplare faunistico della zona. Se escludiamo voltatili e cicale comunque hanno intrecciato il nostro cammino anche una vipera, un cinghiale ed alcuni escrementi di lupo.

Il Giardino dei Tarocchi:
Tra Capalbio e Pescia Fiorentina esiste un parco del tutto particolare: il Giardino dei Tarocchi. L'artista franco statunitense Niki de Saint Phalle lo ha ideato come una sorta di testamento onirico rendendolo disponibile e visitabile a tutti. Il giardino è composto da 22 statue e costruzioni in acciaio, cemento, ceramiche e vetro, alcune che sfruttano giochi d'acqua ed altre con meccanismi meccanici in ferro create dal marito Jean Tinguely. Hanno partecipato alla realizzazione delle opere anche numerosi altri artisti ed il risultato è davvero spettacolare quando vediamo sia le statue imponenti con i mosaici sia le altre più piccole, ma sicuramente di grande impatto visivo.

Monte Argentario:
Per concludere, brevemente, anche una toccata e fuga tra la sera e la mattina del sabato ad Orbetello e Porto Santo Stefano, utilizzando la strada panoramica, asfaltata solo in parte, che fa tutto il giro, mostrandoci Forte Stella, la Fortezza Spagnola e numero spiagge e calette.

Album fotografico Itinerario maremma #1

Acquista Il Parco Regionale della Maremma ed il suo Territorio
Acquista Il Giardino dei Tarocchi

giovedì 2 agosto 2018

Aggiornamento Oxygen OS 5.1.4

Da pochi giorni è arrivato OTA l’aggiornamento per OnePlus 5 che porta il sistema operativo OxygenOS alla versione 5.1.4 una volta scaricati i circa 1,6 giga che lo caratterizzano. Puntuale quindi il rilascio costante degli aggiornamenti, anche se qualche mese fa c’era stato un piccolo break e qualche ritardo. Generalmente ogni mese circa infatti arriva una versione nuova. Nello specifico questa volta abbiamo:

Sistema

- Aggiornate le patch di sicurezza Android a luglio 2018

- Nuova modalità standby “sonno” per ridurre i consumi della batteria, riducendo la connettività dati

Fotocamera:

- Migliorata la chiarezza

Messaggistica:

- Aggiunta la possibilità di mandare messaggi di gruppo

Galleria:

- Sistemati alcuni bug generali

mercoledì 1 agosto 2018

La Casa Di Mary (1982)




Regia: James W. Roberson
Anno: 1982
Titolo originale: Superstition
Voto e recensione: 3/10
Pagina di IMDB (5.8)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Casa stregata, spiriti maligni, credenze e superstizioni religiose... Stancante. Un horror in cui la regia non va tanto per il sottile e ci mostra morti e supplizi abbastanza creativi, ma che forse sono mal disposti all'interno della pellicola. Inizia abbastanza bene, un ragazzo viene decapitato la sua testa finisce di esplodere in un microonde. La seconda vittima viene divisa in due da una finestra che si chiude. Un prete viene trapassato da una sega circolare che vola via e gli entra nel corpo. Insomma, le premesse sono perfette, poi si perde in una trama decisamente soporifera. Orribili i flashback di secoli prima durante l'inquisizione, le streghe, il diavolo e bla bla bla. 

Edizione: DVD
Edizione in DVD della Quadrifoglio. La qualità video non è il top specialmente nelle scene scure, che non sono poche. La traccia audio è in Dolby Digital 5.1 mentre come extra abbiamo soltanto il trailer originale.