sabato 8 settembre 2018

La leggenda di San Cerbone, luminara a Baratti

E' da diverso tempo che a Baratti si celebra questo evento dedicato a San Cerbone, ma è la prima volta che mi capita di potervi assistere.Negli ultimi tempi la tradizionale luminara di Baratti è comunque divenuto un avvenimento suggestivo, non solo dal punto di vista religioso, ma anche da quello turistico, riuscendo, in maniera ancora un po' acerba, ad attirare un numero consistente di visitatori. Ma perchè questa luminara? Da cosa deriva? La storia e la leggenda raccontano della traversata delle spoglie di Cerbone, già stato vescovo di Populonia e scampato alla morte per mano dei Vandali (con la V maiuscola che sta ad indicare la popolazione) che vollero darlo in pasto ad un orso, il quale però si rifiutò addirittura inginocchiandosi di fronte al santo. Cerbone divenuto vecchio e spostò la propria residenza all'isola d'Elba dove morì dopo anni di preghiere, ma volle che le proprie spoglie venissero sepolte a Baratti. Ed è qui che la leggenda narra di una forte tempesta durante la traversata, che però pareva placarsi all'avanzare dell'imbarcazione con il suo corpo. Ad accompagnarli c'erano quaranta barche illuminate a festa ed anche sulla spiaggia del Golfo erano state sistemate fiaccole e fuochi per attendere i suoi resti mortali. Tutto questo mentre i Longobardi che quel 10 ottobre del 575 assediavano la zona, avrebbero potuto attaccare le imbarcazioni che invece tornarono sane e salve sull'isola. Oggi, per motivi turistici, questa celebrazione viene anticipata a settembre, e la partenza delle imbarcazioni è dal vicinissimo porticciolo di Baratti.

Nessun commento:

Posta un commento