mercoledì 10 luglio 2019

Stranger Things [Stagione 3]

Anno: 2017
Titolo originale: Stranger Things
Episodi: 8
Stagione: 3
Attesissima terza stagione di Stranger Things: questa volta ho dovuto vederla tutta d’un fiato. Se la seconda era (comunque bella) più lenta e forse più di passaggio per introdurre nuovi personaggi e situazioni, questa risulta fenomenale. Supera le precedenti in un colpo solo, è intrigante, è anni ottanta anche dal punto di vista citazionistico, ci hanno messo i russi cattivi, sa di spionaggio, ha il sapore del thriller e dell’avventura, più vai avanti e più hai paura perché sai che stai per terminarla. Quindi rallenti volutamente, metti pausa, respiri e poi prosegui. Le atmosfere sono quelle giuste, anzi anche di più: a manciate potrei tirar fuori King, Carpenter, Spielberg, tutto quanto. Perderei un sacco di tempo inutilmente perché poi dovrei passare a Terminator , a Ritorno al Futuro, a La storia Infinita. Non ci sarebbe spazio e potrebbe sembrare una mera raccolta di situazioni e scopiazzature, ma è tutto tranne questo. E’ l’idea, è il sentimento di base, è una delle più belle avventure per ragazzi (intendo tutti noi) che ci siano mai state. E’ una crescita continua, dei personaggi e delle loro azioni: da bambini diventano adolescenti e crescono anche le loro azioni, i loro sentimenti e tutte le aspettative. Anche quelle del pubblico. Cambiano i problemi e con essi le priorità. Questa serie poi… è semplicemente perfetta, dovete guardarla, ed ascoltarla perchè pure la colonna sonora è stupefacente. In ordine sparso poi abbiamo altre chicche piacevoli, come la presenza di un nuovo personaggio (che nelle mimica facciale è già mostruosa secondo me) ovvero Robin, interpretata dalla figlia di Ethan Hawke ed Uma Thurman... O il poliziotto che guarda Magnum PI alla televisione, i vestiti, le auto... Goduria, e ripeto, guardatelo perchè dobbiamo parlarne.

Nessun commento:

Posta un commento