sabato 4 aprile 2015

Grand Budapest Hotel (2014)


Regia: Wes Anderson
Anno: 2014
Titolo originale: The Grand Budapest Hotel
Voto: 8/10
Pagina di IMDB (8.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Se si ha un minimo di dimestichezza con Wes Anderson si capisce chiaramente che questo Grand Budapest Hotel è l'ultimo (per adesso) tassello del suo percorso evolutivo. Racchiude in sè gran parte delle caratteristiche già espresse ed in alcuni casi apprezzate in altre sue pellicole meno recenti. E' abbastanza illuminante poi il fatto che un prodotto di questo genere abbia potuto vincere quatto premi Oscar. Semplicemente deliziosa ed affascinante la scatola cinese attraverso la quale si racconta la storia nella storia a più livelli. Atmosfera sublime, scenografia fantastica per una commedia nera che ci trasporta in un'immaginaria nazione dell'Est europeo nella quale un cast sensazionale (Ralph Fiennes, Edward Norton, Bill Murray, Jude Law, Willem Dafoe, Murray Abraham, Owen Wilson Lea Seydoux) a più ripese ci intrattiene e ci fa sospirare. Amore, dramma, azione, thriller. Quanti generi può mai racchiudere Grand Budapest Hotel e renderli tutti piacevoli per un pubblico vasto che può essere sdoganato da quella nicchia di estimatori che non può più essere tanto ristretta? La trama pur toccando nel viaggio esistenziale tutti quei generi ha l'ossatura derivante da quello che può essere un romanzo di formazione in cui i protagonisti, con il pretesto di un qualcosa di materiale, vivono ed accrescono se stessi. La storia raccontata in capitoli (proprio come in I Tenenbaum), il pittoresco e fiabesco albergo, la prospettiva lontana nel tempo e nello spazio, creano un distacco visivo tra lettore spettatore e protagonisti, ma è ugualmente facile prendere a cuore le loro sorti ed averli in simpatia. Poi è inutile starvene a parlare ancora: dovete guardarlo ed innamorarvi di questo connubio tra tutto ciò che di bello e sorprendente Anderson aveva già creato.

Nessun commento: