martedì 20 ottobre 2020

Jexi (2019)

 

Regia: Jon Lucas, Scott Moore

Anno: 2019

Titolo originale: Jexi

Voto e recensione: 4/10

Pagina di IMDB (6.1)

Pagina di I Check Movies

Acquista su Amazon

Iscriviti a Prime Video

 

Mi è stato consigliato Jexi ed era partito assai bene: pareva addirittura una commedia distopica leggera. Non molto originale, ma divertente in potenza: salvo poi un carattere spiccatamente romantico e con una morale di fondo perbenista da lieto fine e poco logica. "È difficile dire se la mancanza di risate in Jexi sia un bug o una funzionalità, ma questa rom-com di AI ha un disperato bisogno di un aggiornamento del sistema operativo". Jexi si basa sul moderno ed attuale abuso di internet e dei social da parte del protagonista, che inizialmente sembrerebbe un nerd, ma altro non è che un timido, solitario e riservato ragazzo (Adam Devine) che incontra la ragazza perfetta (Alexandra Shipp), ma deve fare i conti con la nuovissima AI del proprio smartphone (Jexi appunto). Al di là del fatto che il film può essere leggero e godibile nel suo essere una commedia, è il paradosso di fondo che non funziona affatto: se il problema è l'utilizzo sfrenato della tecnologia, è la tecnologia stessa a volerne dapprima diminuire quella che viene dipinta come un'ossessione "per farti godere la vita ed il mondo là fuori", salvo poi divenire il vero pericolo che ti condiziona in ogni scelta. Alcune cose sono davvero ben inserite nel contesto della trama, come il luogo di lavoro di Phil e la sua mansione (creare liste stupide da caricare sui social network del tipo "i 10 gattini che assomigliano a Bradley Cooper"), ma poi abbiamo una ridondanza delle situazioni che non porta più a niente. Tanto più che la seconda metà del film è una semplice e normale storia d'amore, con la tecnologia (e Jexi) che diventano un pretesto pericoloso: ma già era nell'introduzione che questa dipendenza digitale fosse sbagliata no?

lunedì 19 ottobre 2020

Le Regole Del Delitto Perfetto [Stagione 5]


Anno: 2018 – 2019

Titolo originale: How To Get Away With Murder

Numero episodi: 15

Stagione: 5

 

Ormai la serie Le Regole Del Delitto Perfetto, arrivata alla sua quinta stagione, ha preso le sembianze di una soap opera. Ma non nella sua totalità Se infatti i 15 episodi che la compongono sono eccessivi e sarebbe bastato concentrare la parte realmente interessante della trama in un massimo di dieci, abbiamo un crescendo per quanto riguarda la componente thriller. Si perde un po’, anzi molto, il fascino legato alle controversie legale, che risultano sempre più in secondo o terzo piano, mentre aumenta il fattore da complotto. Gli autori puntano sempre più alto, coinvolgendo non solo la malavita ricca e potente, ma anche procuratori ed addirittura governatori. Insomma tutto ruota attorno alla Professoressa Keating ed al gruppetto di studenti in giurisprudenza. Dal punto di vista stilistico del montaggio abbiamo ancora una volta il solito sistema vincente con flashforward e flashback che si alternano e riescono sempre a stuzzicare l’interesse degli spettatori.

 

domenica 18 ottobre 2020

Ghoulies II - Il Principe Degli Scherzi (1988)

 

Regia: Albert Band

Anno: 1988

Titolo originale: Ghoulies II

Voto e recensione: 3/10

Pagina di IMDB (4.6)

Pagina di I Check Movies

Acquista su Amazon


Film:

Orrendo sequel di Ghoulies, che risulta ancora più ridicolo del precedente. Qualche giorno fa parlando di "cinema" venne fuori il fatto che gli horror sono generalmente prodotti per bambini. Non ero d'accordo con quella affermazione, ma poi guardando questa roba di stampo umoristico, devo ricredermi. La trama è terra terra, noiosa ed anche fastidiosa a dire la verità. Il luna park rappresentato in un caleidoscopio di luoghi comuni mal arrangiati tra loro, personaggi senza alcuno spessore e soprattutto mostriciattoli mal elaborati che veramente potevano interessare soltanto un pubblico pre adolescenziale degli anni ottanta. Nel corso del tempo, penso che si sia voluto un po' esagerare a far passare come "cult" determinati prodotti palesemente di serie B, solo per un retrogusto di nostalgia o peggio ancora per riaccendere un certo marketing relativo alla distribuzione di vecchie opere.


Edizione: DVD

Edizione della Quadrifoglio con nessun extra, traccia italiana in multicanale e una buona resa video se consideriamo sia il formato sia l'età del prodotto.

Castagneto Carducci e l'Antica via Campigliese


 Altra sgambetella qui nei dintorni: partenza da Castagneto Carducci con un anello che vede unite l'antica via Campigliese e la via dei Mulini. Si parte forte con un bel dislivello positivo, che rappresenta l'unica vera difficoltà del tracciato, anche se c'è da considerare un breve tratto in discesa che risulta pericoloso per la mota dovuta alle piogge di questi giorni. Le altezze massime raggiunte superano di poco i 500 metri, ma sono visibili alcuni scorci che si si affacciano sulle valli ed i boschi che circondano Castagneto Carducci: lecci, sughere, ovviamente castagni, ma anche vigne e ciclamini fioriti. Troviamo anche un breve percorso selciato presumibilmente di origine etrusca o romana, poi risistemato ed utilizzato anche nel medioevo passando per il Capo di Monte. Passiamo anche per un piccolo tratto l'antico acquedotto voluto dai conti Della Gherardesca, che portava l'acqua al paese dove Carducci passò parte della sua infanzia.

Album fotografico Castagneto Carducci e l'Antica via Campigliese

sabato 17 ottobre 2020

Crotone 1 - Juventus 1

 

Importantissimo punto guadagnato contro l'ultima in classifica che, giocando in casa, doveva fare assolutamente bella figura di fronte al proprio pubblico virtuale. Il Crotone risulta essere un bel crostino, ed era immaginabile: dopo le tre sconfitte collezionate serviva assolutamente una gara colma di tecnica e tenacia. La Juventus non sottovaluta l'avversario inserendo un po' così a caso, Portanova e Chiesa (espulso per mettere i punti sulle ì e non fargli raggiungere troppo velocumente il bonus presenze) fin dal primo minuto e riconfermando Frabotta. Servono infatti volti nuovi anche in voce dell'italianità juventina un po' scomparsa negli ultimi anni. L'innesto di Buffon, che purtroppo non para il rigore causato da Bunicci, è l'emblema inoltre del bilanciamento tra giovani ed anziani. Lasciamo scappare il Milan, ma prendiamo terreno su Inter ed Atalanta. Il Napoli, pur vincendo ha sempre quel punticino di penalità che ci fa sempre comodo. In questo maniera il campionato è ancora più appetitoso ed interessante, nonostante il COVID che fa di tutto per renderlo un'industria di secondo piano.

Toiano, il borgo fantasma

 

Sabato incerto, ma la pioggia la becco solo per strada fortunatamente. Vado alla scoperta della colline pisane, con partenza dal piccolo borgo di Palaia per un giro ad anello che ha come fulcro il paesino ormai abbandonato di Toiano. Una zona decisamente poco conosciuta e battuta, sebbene territorio di fungaioli, tartufai e cacciatori. Il bello di questo paesaggio è che ricorda molto le crete senese per la sua conformazione, sebbene siamo proprio dietro Pisa. Un'escursione di circa 18 km con un dislivello sui 700 metri che non è risultato impegnativo, ma semplicemente appagante.


Album fotografico Toiano, il borgo fantasma