sabato 9 agosto 2014

Android Device Manager

In altri articoli ho parlato in passato di applicazioni o servizi (ad esempio AirDroid o meglio ancora Cerberus) per poter gestire o rintracciare il nostro smartphone Android. Esiste anche una contropartita di Google (Android Device Manager), molto più scarna e semplice che permette, come si evince dal nome, di gestire i propri dispositivi Android, anche quando non sono nelle nostre mani. Anzi, l'utilità è proprio quella: se perdete, vi rubano o non sapete dove sia il vostro device, potete usare sia l'applicazione su citata che il servizio web dedicato. L'interfaccia è davvero molto semplice e minimalista: attraverso Google Mpas verrà segnata l'ultima posizione del vostro dispositivo, farlo squillare al massimo volume per cinque minuti, cancellare tutti i dati presenti con un velocissimo click e reimpostare il PIN per sbloccare lo schermo. Da lì sono gestibili tutti i dispositivi associati all'account di Google. Funziona solo se lo smartphone è acceso ed ha una connessione internet attiva. Di interessante c'è la possibilità di poter inserire un numero di telefono alternativo da chiamare nella schermata di sblocco così chi lo ritrova può chiamarvi per consegnarvelo o per prendervi per il culo.

Nessun commento: