lunedì 5 agosto 2013

Day 2: Rocky Mountain National Park

Gira voce che Denver sia stata colpita da pallottole di grandine delle dimensioni di palle da golf: noi non ci siamo accorti di nulla, impegnati come eravamo a configurare il fucking Garmin che ci hanno dato con la macchina a noleggio (un bel Chevrolet di quelli grossi). Cosi' lo abbiamo restituito, ci siamo catapultati ad un Best Buy in centro e ci siamo affidati al buon vecchio Tomtom. Sempre il migliore. E' stato lui quindi che ci ha salvato la vita e condotto verso l'Estes Park per poi raggiungere il Rocky Mountain National Park. Il tempo li' non sempre e' stato clemente, ma abbiamo potuto guidare tra vallate e monti, seguendo percorsi non sempre dei piu' semplici. Paesaggi alpini con tanto di ghiacciai e foreste onnipresenti durante il nostro cammino. Laghi, sentieri, salite ed ancora discese. Pranzo tipico con carne essiccata, merenda con succo di mela e pronti nuovamente per l'avventura. Soltanto oggi abbiamo percorso 350 miglia, le prime circondati dalle vette su citate, le seconde con distese piatte ed infinite che si perdono a vista d'occhio. Sono iniziati i primi book fotografici e le prime riprese con la Gopro. Purtroppo a Cheyenne siamo arrivati tardi e non abbiamo trovato immediatamente un posto dove poter dormire. Quindi eccoci qua al My Place che stiamo caricando immagini e video: ci vorra' tutta la notte, salvo nessuna interruzione. Domani ci attende una lunga giornata. Fossero tutte cosi' pero'... Con sfondo musicale il Boss e gli anni settanta a guidarci in questa stupenda gita. Piccole note a pie' di pagina:
- se chiedete un'aranciata media ricordatevi di avere tanta sete
- con il cambio automatico non serve cambiare
- potete essere anche in culo al mondo, ma la prima famiglia che vedrete uscire dall'albergo sara' italiana
- puo' darsi che un treno vi sbarri la strada ed inizi a suonare come un matto. E per spregio lo fara' per tutta la notte
- ditelo subito che la carne essiccata vi piace, altrimenti verra' finita seduta stante da gettons

Nessun commento: