venerdì 29 novembre 2013

Il Lato Positivo (2012)


Regia: David O. Russell
Anno: 2012
Titolo originale: Silver Linings Playbook
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (7.9)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Nell'arco di una settimana ben tre persone diverse, con gusti differenti tra loro, mi hanno consigliato questo film di Russell , quindi era destino che lo vedessi. Così come, all'interno della trama, era destino che Pat (Bradley Cooper) incontrasse Tiffany (Jennifer Lawrence). I toni spaziano dal drammatico al romantico con una punta di buona commedia, senza mai che un genere prevalga troppo sull'altro. I temi sono molti, anche se già abbondantemente sviscerati in altre pellicole, ed abbiamo un Cooper un po' diverso dal solito che per certi versi ricorda Sandler in Reign Over Me almeno per il fatto di avere un ruolo di tipo nuovo ed avere a che fare con disturbi mentali. Ad ogni modo la sua prova è forse una delle sue migliori, davvero bravo nell'alternare i momenti di lucidità a quelli in cui sdà di matto. Poi vabbeh c'è un certo Robert De Niro (a proposito il mì babbo è uguale identico) che anche con parti marginali può dare quel tocco in più a tutto il film.  Anche se dovesse stare fermo, anche se non facesse niente. E' come quando fai la pasta e metti la giusta dose di sale. Puoi cambiare tutti gli ingredienti principali che ti pare, ma con  la giusta dose di sale puoi mangiare bene o male. Ecco, lui è lì e fa sempre la sua bella figura. Il lato positivo, oltre al titolo italiano, è un mantra che si ripete sempre all'interno della trama, composta da dialoghi ben strutturati che mettono in secondo piano un montaggio ed una scenografica che non necessitano di grandi macchinazioni. Ci bastano i cambi di ritmo che sottolineano gli stati d'umore dei protagonisti. Un po' troppo smielato e poco coinvolgente il finale a lieto fine. Decisamente accomodante, in una storia che dovrebbe rappresentare la realtà senza filtri e senza perbenismo.Eppure Pat è un tipo decisamente fico che trova l'amore, dopo un matrimonio problematico in cui si ritrovato cornuto e bastonato, con un altrettanto strafica ragazza vedova di circa ventidue anni. Insomma, altro che lato positivo, qui c'è qualcosa di più. E nella parte relativa al ballo ed alle prove generali, i vari disturbi psichici, le problematiche familiari, i rapporti disattesi... Tutto quanto insomma, viene cancellato quasi troppo frettolosamente. Restiamo però su di un buon prodotto che non si fa fatica a guardare, ma anzi è fonte di ispirazione.

Nessun commento: