martedì 3 dicembre 2013

A 007, Dalla Russia Con Amore (1963)


Regia: Terence Young
Anno: 1963
Titolo originale: From Russia With Love
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (7.5)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Per questo secondo film dedicato all’Agente 007 posso dire di aver da sempre conosciuto almeno il titolo, ma di non averlo mai visto. Ha comunque fatto storia, e se il primo poteva essere una novità introduttiva sul personaggio di James Bond, questo è di gran lunga più incentrato sullo spionaggio ed il ruolo che le spie hanno all’interno della trama è molto più marcato. Già il fatto di inserire nel contesto la rivalità tra agenzie occidentali ed il KGB (solo accennata), ma anche la fuga, i risvolti all’interno del treno, le astute macchinazioni. Insomma qui il genere a cui Young e Fleming si rivolgono è uno spionaggio puro e semplice. Non mancano poi, anzi arrivano tra gli applausi, i gadget che faranno famosa la serie: qui le invenzioni riguardano soprattutto la valigetta ed il fucile di precisione smontabile. Non può esistere uno 007 senza l’utilizzo di comuni oggetti rivisitati all’occorrenza. Anche la trama è più fluida ed incalzante: Istanbul si presenta come un’ottima location, una via di mezzo appunto tra occidente ed est, con banditi, zingari, bulgari, altre agenzie impegnate… Il cast è sostanzialmente il solito con Sean Connery ancora più divo, ma la sorpresa l’abbiamo con Numero Uno della Spectre che dà il suo contributo per rendere curiosa la vicenda, ed inoltre riesce a tramare sia contro il servizi inglesi ed americani che contro quelli russi. E’ un nemico comune. La nuova donzella da sedurre è Daniela Bianchi, con cui James Bond fa anche una specie di hidden cam in stile Youporn. Escluso ciò però le scene sexy non sono così esplicite come potevano essere in Licenza di Uccidere. Nel complesso il tutto è molto piacevole e ben studiato per attirare l’attenzione dello spettatore.

Nessun commento: