sabato 4 gennaio 2014

Vita Di Pi (2012)


Regia: Ang Lee
Anno: 2012
Titolo originale: Life Of Pi
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (8.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Non posso fare a meno di confrontare questo film con The Tree Of Life visto che il prologo, abbastanza prolisso per altro, lancia il tema mistico religioso e che la parte centrale della pellicola è un connubio stratosferico di immagini e  fotografie strepitose. Così lo vedo più come un qualcosa di molto profondo, travestito da avventura e storia fantastica, pronta a strizzare l'occhio ad ogni sorta di buonismo e lieto fine. Potrebbe e vorrebbe essere un'opera più complessa di ciò che racconta in sè la trama, ed il finale effettivamente fa luce sulle innumerevoli ombre che hanno quel sapore di fantastico che non mi hanno poi lasciato così tanto a bocca aperta quanto invece gli innumerevoli effetti visivi. Non voglio quindi lasciar perdere la lunga introduzione che con molta compiacenza mette in fila il percorso spirituale del protagonista ed il suo rapporto con Dio, chiunque esso sia e con qualunque nome venga chiamato. L'avventura del naufragio è solo un modo (o due) per raccontare il suo prendere coscienza della fede e della speranza. La narrazione è quasi interamente composta da flashback, al cui interno troviamo la vera perla scenica del film, che però svia il discorso iniziale. Se da una parte non possiamo fare altro che applaudire alle immagini ed ai colori che ci vengono proposti, dall'altra abbiamo un attenuarsi dei temi da sviscerare. Una storia del genere l'avrei preferita senza la parte iniziale, o viceversa, che si basasse molto di più su di essa. In questo modo abbiamo qualcosa di incompleto, salvo poi rigettarci in faccia ciò che potevamo aver scordato, grazie alla spiegazione finale. Dubbi sulla vita, sulla speranza su un dio che ci guarda da chissà dove, ma posti in maniera leggera per poter catturare l'attenzione anche di un pubblico più vario, bambini compresi. La qualità del bluray è eccelsa, si nota comunque che si tratta di un film uscito appositamente per il 3D: la profondità di alcune scene è un richiamo abbastanza forte. Gli extra davvero corposi sono:

- Epica avventura di un regista
- Straordinaria visione
- Esperienza tra gli effetti speciali
- Galleria fotografica
- Storyboard
- Trailer

Nessun commento: