venerdì 21 marzo 2014

Le Streghe Di Salem (2012)


Regia: Rob Zombie
Anno: 2012
Titolo originale: The Lords Of Salem
Voto: 3/10
Pagina di IMDB (5.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Non perdete tempo e non lo state a guardare, fatevi un favore. Per la prima ora è estremamente noioso, quasi soporifero, poi qualcosa cambia, almeno dentro di voi, poichè attenderete con ansia spasmodica che succeda qualcosa. Invece non succede nulla, ma almeno manca poco alla fine. Poi se qualcuno vuole mettersi a giocare a fare l'intellettuale addirittura con Rob Zombie siamo alla frutta. Abbiate almeno un minimo di senso di decoro. I suoi primi due lavori, non sono male, e questo gli va riconosciuto: ci mette del suo, sa utilizzare una fotografia ed un montaggio accattivanti, sa dare il giusto spessore ai personaggi e li sa inserire in una sceneggiatura. Basta che anche lui sii renda conto di cosa sta facendo. Le Streghe Di Salem è troppo serioso, troppo studiato in alcuni punti, tanto da poi risultare inconsistente e davvero brutto in ogni sua parte. Pur essendo violento, non lo è. Pur essendo blasfemo, non lo è. Dovrebbe terrorizzare? Lasciare un senso di disagio? Non fa niente di tutto questo. Solo un bel piattume, con alcune immagini forti, altre che se le vedesse Kubrick gli sputerebbe in faccia e gli direbbe "furbino, lo sai che te lo meriti, non ci riprovare". O comunque provaci, ma fallo bene almeno. Poteva salvarsi almeno la colonna sonora, ma non ci riesce neanche essa. Un disastro totale con streghe, sangue, omicidi, capre, roghi. Così tante cose e così tanto tedio possono convivere? A quanto pare, grazie a Rob Zombie sì. L'unica fortuna è che la settimana dura solo sette giorni, così come i capitoli dedicati ai giorni della settimana in cui è divisa la pellicola e si svolge la storia. Una storia a cavallo tra leggenda, follia e mistero che non porta avanti nessuno di questi temi se non in maniera blanda. Insomma, da quello che potrebbe essere il miglior regista horror in circolazione oggi, mi aspettavo un qualcosa di meno diabolico per le mie palpebre.

Nessun commento: