martedì 11 marzo 2014

Whatsapp e aggiornamenti sulla privacy

Pochi giorni fa mi son fatto alcune risate leggendo di gente che si strappava i capelli per la presunta questione privacy relativa a Whatsapp dopo l’acquisto da parte di Facebook. E molti blogger, che ultimamente si limitano a fare articoli pubblicitari per l’una o l’altra azienda, hanno provato a spingere l’utenza altrove. Non si sa perché, giusto per farlo, era la moda di quel giorno. Comunque è da poco uscito l’ultimo aggiornamento per il programma di messaggistica in oggetto (io ora ho la 2.11.186) che permette alcune operazioni prima non disponibili. Non credo sia merito di Facebook, anzi le due società sono sempre slegate, ma giusto per far capire ai soliti tontoloni che guarda caso questo cambiamento è avvenuto ora e non sei mesi fa, quando tutti erano tranquilli. Da Impostazioni, account, privacy possiamo nascondere o mostrare lo stato, l’avatar o anche l’ultimo accesso. Cosa questa molto comoda tra l’altro, poiché non tutti vogliono mostrare di essere online o di aver letto un messaggio inviato. Novità anche relative al widget, che ci consente di leggere le notifiche direttamente sulla home page o nella lockscreen. Se abbiamo un amico impedito, o a cui vogliamo bene, possiamo pure pagare l’abbonamento al posto suo. Insomma, smettete di gridare allo scandalo per la privacy. Ormai il numero lo avete dato a Whatsapp e nessuno vi ha costretti.

Nessun commento: