sabato 15 giugno 2013

The Departed - Il Bene E Il Male (2006)


Regia: Martin Scorsese
Anno: 2006
Titolo originale: The Departed
Voto: 9/10
Pagina di IMDB (8.5)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Guardarlo per la terza volta non ti stanca e non ti toglie nessuna emozione: anzi riesce a rendere più solida la convinzione che forse sia il lavoro meglio riuscito a Martin Scorsese in quanto il più completo. Grazie ad un cast da brividi (Jack Nicholson, Leonardo Di Caprio, Matt Damon, Mark Wahlberg e Martin Sheen) abbiamo un thriller in cui vengono messi a nudo gli aspetti psicologici di tutti i personaggi coinvolti. Non è solo un thriller dai numerosi colpi di scena, o un gangster movie con i buoni contro i cattivi, ma una lotta tra protagonisti di un certo calibro. Sul set ognuno di loro entra nelle parti del protagonista e si muove coralmente in perfetta armonia con tutto il resto. Le figure di Billy Costigan e Colin Sullivan sono ad esempio contrapposte e guardando ogni dettaglio vediamo anche il loro differente modo di pensare e di essere, non solo in riferimento al pericoloso gioco di guardie e ladri. Il bene e il male sono due concezioni nette, che spesso però si incontrano ed hanno come denominatore unico la violenza. Poi c'è Costello, la ciliegina sulla torta, impersonato da Nicholson in grandissimo spolvero. Dobbiamo faticare per non mettere un fermo immagine sulle sue espressioni; per non tornare indietro e rivederlo in azione; per non mettere pausa, alzarsi dal divano ed applaudire. Tutta l'ambientazione , pur restando legata all'humus malavitoso tanto caro a Scorsese è mutata dai tempi di Quei Bravi Ragazzi (e più che mai da Gangs Of New York) e incorriamo in una lotta per la sopravvivenza che coincide con la scalata e la presa di potere, in cui manca il senso di appartenenza alle Famiglie ed è l'individuo a farla da padrone. Difficile fidarsi di qualcuno, difficile non riuscire ad andare avanti da soli. L'aspetto introspettivo dicevo è importante e ogni spettatore può fare un focus sui personaggi, anche quelli per così dire marginali, che hanno una loro storia ed un loro modo di essere, battute proprie che li rendono singolari. Tanta azione, ritmi veloci altalenati da dialoghi forti, di quelli da segnare nel blocchetto degli appunti. Ogni frase è una lezione di vita ed un'imposizione del proprio essere. Ogni battibecco è una sfida, una guerra a se stante per il predominio dell'uno sull'altro, o un insegnamento che il più saggio concede al più giovane. Le rincorse sia fisiche che psicologiche non lasciano un attimo di respiro e sono ben distribuite all'interno del lungo film, impreziosito oltremodo anche dalla colonna sonora. Sarò di parte, ma è uno dei miei Scorsese preferiti.
Ottimo anche il dettaglio video del bluray ed un audio in Master HD che si esalta nelle scene con sparatorie ed inseguimenti. Gli extra sono:
- Scene tagliate (18 minuti)
- La vera storia di Whitey Bulgeri (21 minuti)
- Scorsese e l'universo criminale (24 minuti)
- Trailer
- Spot TV
- Cast e crediti.

Nessun commento: