martedì 22 luglio 2014

Operazione Eye Moon

Immagine messa solo per fare il ganzo
Scrivo questo articolo essenzialmente per due motivi abbastanza legati tra loro: il primo è che sto pubblicando troppe recensioni di film una dietro l’altra, ed il secondo è che essendo un blog generalista devo condividere con tutti quanti voi (stimati lettori) le cose che più mi interessano.Tra queste c'è anche internet ed il copyright.  Il tema di questo thread è ovviamente terra terra e poco importante rispetto a quanto sta succedendo ad esempio a Gaza o in Ucraina, ma non mi sento di sollevare troppi polveroni su argomenti altamente infiammabili. Non che non mi dispiacciano le trollate ed i flame, ma è impegnativo portarli avanti e non si arriva mai a nulla. Ci provo con qualcosa di più semplice, ma comunque importante mediaticamente parlando. La Wider Films, una casa di distribuzione italiana indipendente ha esposto una denuncia per la presenza di due suoi titoli presenti su alcuni portali. Prima nessuno neanche chi fossero, ora ci sta che milioni di curiosi inizino a scaricare i loro prodotti. Vi ammonisco: non fatelo. La lista dei siti che hanno fatto bloccare è molto lunga ed arriva a venticinque nomi (in ordine alfabetico):  


   
   
    cineblog01.net
    cineblog01.tv
    ddlstorage.com
    divxstage.eu
    easybytez.com
    filminstreaming.eu
    filmstream.info
    firedrive.com
    mail.ru
    mega.co.nz
    movshare.sx
    nowdownload.ag
    nowdownload.sx
    nowvideo.sx
    piratestreaming.net
    primeshare.tv
    putlocker.com
    rapidvideo.tv
    sockshare.com
    uploadable.ch
    uploadinc.com
    video.tt
    videopremium.me
    youwatch.org
 
Ora, io ne conosco giusto due o tre (praticamente in vita mia non ho mai usato lo streaming illegale), però giusto così per provare, se utilizzate i DNS di Google oppure OpenDNS, avete modo di accedervi. Quindi la mia domanda è: ma a che serve tutto sto lavorio per bloccare l’accesso? Certo, magari fai fuori qualche ragazzina che crede che internet siano le foto dei gatti su Facebook, ma nella pratica se uno è abbastanza smaliziato da voler guardare un titolo particolare “a sbafo” non riesce a trovare strade alternative? Se io fossi un detentore dei diritti in questione, mi sentirei un po’ preso per il culo. Ma forse già lo so, visto che una denuncia del genere è già di per sé una presa per il culo. Quindi ribadisco: a che serve tutto questo?  Poi tra i siti bloccati, c’è mail.ru e mega… Non è un tantino esagerato? Che succede, un giorno proveranno a bloccare Dropbox o Google Drive? Vabbeh loro provvedono da soli a garantire una certa “sicurezza” sui contenuti, ma il principio è il solito.  Dai, state seri per favore. I nostri soldi di contribuenti desiderosi di difendere a spada tratta il copyright vanno a finire in queste guerre farlocche senza nessun risultato tangibile? Vabbeh, era così per dire, mi aveva solo incuriosito il nome dell'operazione.

Nessun commento: