martedì 6 maggio 2014

Juventus 1 - Atalanta 0

E' ancora festa. La Juventus continua a macinare punti, novantasei per l'esattezza, vincendo diciotto partite su diciotto in casa. Formazione di tutto riposo, dopo i festeggiamenti di ieri, che però non fa sconti a nessuno e lotta per vincere e divertire. Chi insegue si arrende e viene sconfitto dall'ultima in classifica perchè vengono a mancare le motivazioni, ma la Juve ha un dna differente, di quelli che non ti fanno cedere mai. Ci pensa così Simone Padoin, alla sua prima rete stagionale, riserva operaia e spesso derisa, che mette la sua firma in una stagione straordinaria. E' festa per tutti quindi, ed è festa perchè viene esposto uno striscione che saluta e commemora le vittime di Superga, è festa perchè ogni coro inneggia la squadra campione d'Italia, è festa perchè tutto lo stadio canta l'inno nazionale, è festa perchè la partita viene giocata senza il permesso di Genny 'a Carogna. Sebbene siamo arrivati ieri a 32 scudetti, si continua a dare spettacolo cercando di imporci su tutti i record ancora a portata di mano. Salutate i campioni d'Italia.

Nessun commento: