mercoledì 14 luglio 2010

Marco Buticchi - L'ordine irreversibile

More about L'ordine irreversibile

Commento personale

Questa famiglia Rochas non riesce a prendere le mie simpatie. Non che ne abbiano bisogno, visto che hanno già tutto, perfezione compresa. Meno antipatico, non per questo più simpatico, Renè rispetto al Phil del primo romanzo, ma quel dna colmo di superpoteri dà quasi sui nervi. Si nota un miglioramento nella storia rispetto al precedente racconto, ma i periodi restano elementari. Spesso si ha quasi la sensazione di leggere una filostrocca. Alcune volte inoltre vi è confusione nella successione degli eventi ed il lettore resta in parte spiazzato. Finale sdolcinato da favola o da Harmony. La cosa peggiore però è l'evolversi del racconto che deve fare i conti con molti falsi storici creati ad hoc per dare un senso alle fantastiche avventure dello scapestrato francese tutto_lui.

1 commento:

Anonimo ha detto...

L'unico commento possibile ai libri di questo autore è: mamma mia. Pubblicare libri senza preoccuparsi del contenuto, tanto ormai scrivono tutti, specialmente gli analfabeti. Povera letteratura nostra.