venerdì 3 maggio 2013

Il nuovo Airdroid mi fa impazzire

Da circa un anno e mezzo utilizzo l'applicazione AirDroid per gestire lo smartphone dal pc e poter fare con estrema comodità alcune operazioni anche da lontano. Da qualche giorno però la versione 2 di questo programmino è uscita dalla beta pubblica e sono partite le pratiche per l'aggiornamento. Felicissimo mi appresto a provare le numerosi funzionalità in più di cui vanta il nuovo AirDroid: registrazione attraverso il proprio account Google (ma anche Facebook, Twitter o proprietario AirDroid) per facilitare il collegamento dei dispositivi, funzione "trova telefono" e l'utilizzo della fotocamera da remoto. Oltre questo anche una nuova interfaccia che sembra più pulita e tante cose che sembrano migliorate. Già, sembrano... Perchè sono più le volte che inspiegabilmente non trova il dispositivo (sotto nessun tipo di rete, ne ho più di una in casa) di quelle in cui si collega. Via 3G mai riuscito a collegare, eppure l'utilizzare un solo account dovrebbe servire proprio per questo. Inoltre le poche (adesso rare) volte che ci riesce ecco una fastidiosa lentezza o problemi causati dal tipo di account: eh già, perchè anche se si ha un Premium (facile da ottenere semplicemente condividendo l'applicazione sui social network) alcune basilari operazioni adesso sono a pagamento come ad esempio l'installazione di file.apk da pc a smartphone. Prima era tra le cose più comode che ci potessero essere, adesso un inferno. Non finisce qui. Se disgraziatamente lo smartphone va in standby (cosa peraltro normalissima) ecco rallentamenti e immensi. Meno male (si fa per dire) a leggere i nuovi commenti sull'applicazione non sono il solo a trovare questi fastidi. Cercherò una qualche valida alternativa, con il cuore che mi si stringe.

Nessun commento: