martedì 30 aprile 2013

L'Ombra Del Dubbio (1943)


Regia: Alfred Hitchcock
Anno: 1943
Titolo originale: Shadow Of A Doubt
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (8.0)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (The Masterpiece Collection)

Altra importante pellicola di Hitchcock ambientata negli Stati Uniti, ma il genere è sempre il più amato dal regista inglese: il thriller. Se visto oggi può sembrare un film normale, la sua particolarità sta nel fatto di essere tra i preferiti dello stesso regista in quanto racchiude al suo interno molti elementi a lui cari: la tranquilla cittadina di provincia turbata dall'avvenimento malvagio, il mondo raccontato e rappresentato da volti tipici e comuni, il dualismo ed il doppio. Già fin dalle prime battute il tema del doppio salta subito all'occhio grazie ad inquadrature molto simili: sia Carlo che Carla (zio Charlie e nipote Charlie omonimi in lingua originale) distesi sul letto non tanto a riposare quanto a pensare. Ed è proprio su questi due personaggi (Joseph Cotten - che sembra Tom Hanks - e Teresa Wright) che si gioca tutto quanto: l'uno il male, affascinante e colmo di sotterfugi, l'altra il bene combattuta tra giustizia e moralità. La storia ricama decisamente molto bene sul rapporto tra la nipote ed il fratello della madre, un po' misterioso, ma anche apprezzato ed amato. Eppure nasconde qualcosa che solo lei, adorante e pendente dalle sue labbra, riesce a cogliere e smascherare. La famiglia tipo [sic.] qui riportata è così normale e colma di clichè che possiamo rivedere in ciascun componente della famiglia un nostro qualsiasi parente o amico. La stessa Carla è una spensierata ( anzi, vorrebbe esserlo) e normale ragazza degli anni quaranta (americani) che si ritrova prima a giocare pericolosamente e suo malgrado alla spia, e poi vittima di un cinico assassino senza scrupoli. Sappiamo fin da principio chi sia il colpevole, ma con maestria riesce a farci pensare ad altro, a distogliere la nostra attenzione, a puntarla sul come e sul perchè. Eppure lui è lì ed è colpevole (reo confesso peraltro) pure quando le forze dell'ordine non lo considerano tale. Magari pensi ad un possibile, ma improbabile equivoco, proprio mentre la nostra eroina rischia la vita per una, due, tre volte. Quindi dalla spensierata commedia leggera si passa alla più macabra e nera, pur non arrivando ai livelli di horror ci mancherebbe. Nota negativa sul doppiaggio italiano: sembrano tedeschi immigrati, soprattutto la "pampina". Assolutamente immancabile nella collezione visiva di chi ama il cinema.
Il disco bluray presenta i seguenti extra:
- Oltre il dubbio: making of (35 minuti)
- Disegni di produzione
- Fotografie di produzione
- Trailer

Nessun commento: