mercoledì 11 dicembre 2019

Bayer Leverkusen 0 - Juventus 2

Ultima giornata europea dei gironi in cui tiriamo le somme per le italiane: il Napoli conquista il secondo posto ed accede meritatamente al prossimo turno, ma esonera Ancelotti; l'Inter  si fa sodomizzare in casa propria dal Barcellona delle riserve e quindi accederà solo alla meno importante Europa League; l'Atalanta fa l'impresa vincendo fuori casa e qualificandosi per la prima volta nella sua storia. La Juventus, già passata come prima con un turno di anticipo, si impone anche in casa del Leverkusen. Come tutte le grandi vince, e come  tutte le grandi mette in campo numerose seconde linee o comunque prova alcuni esperimenti. La partita viaggia sul brutto andante, ma i numeri di questo girone sono più che positivi: 16 punti, 5 vittorie ed 1 pareggio, 6 punti di vantaggio sulla seconda, 12 reti fatte e 4 subite. Insomma in Europa si viaggicchia no?

martedì 10 dicembre 2019

Jack Ryan [Stagione 2]




Anno: 2019
Titolo originale: Jack Ryan
Stagione: 2
Numero episodi: 8
Iscriviti a Prime Video
 
Sulla prima stagione di Jack Ryan ero rimasto abbastanza entusiasta, forse per la novità o la sorpresa di vedere una serie su questo personaggio già molto sfruttato in libri e film. E magari la trama di quegli otto episodi era migliore e più avvincente rispetto a quella qui ambientata in Venezuela. Sì, perchè forse il punto debole della seconda stagione sta in una storia non molto originale, che risulta anche un tantino scontata e ripetitiva. Non brutta e neanche noiosa, cosa si pretende da un dittatore, le elezioni truccate, i giacimenti e dulcis in fundo un politico corrotto? L'azione è una componente importante ed è ben dosata, sebbene vengano inseriti troppi personaggi secondari, un po' a forza, e che non vengono poi sfruttati adeguatamente. Come per alcuni libri è divenuta una cosa molto leggera, da passatempo sulla spiaggia.

lunedì 9 dicembre 2019

Midsommar - Il Villaggio Dei Dannati (2019)


Regia: Ari Aster
Anno: 2019
Titolo originale: Midsommar
Voto e recensione: 6/10
Pagina di IMDB (7.2)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Horror? No. Voglio partire dal genere. E non si tratta di un vero e proprio horror, perchè, manca il ritmo, manca la suspense, ma un qualcosa magari di imprevedibile. Eppure se dicessi che per me rientra in questo genere, non farei un torto a nessuno. Eppure nelle oltre due ore di film sai già cosa (più o meno) accadrà: Aster non sfrutta nessun effetto sorpresa, nessun colpo di scena. Proietta lo spettatore dove vuole e lo indirizza fin da principio, tessendo uno sfrondo che inoltre ha poco di originale. Così ci (si?) risparmia anche un po' di fatica. Secondo me il regista e la sceneggiatura si concentrano invece sia su di una fotografia atipica e stilisticamente valida, questa sì inusuale, una cadenza ritmica lenta, con scene al limite dello statico e con al  centro una storia d'amore, che ha poco a che fare con l'amore, ma tanto con il realismo di un coppia mal riuscita. I due protagonisti infatti inizialmente si muovono con poco spessore, ma lasciano per strada numerosi indizi sul loro essere E tutto ciò mano a mano cresce in sordina per terminare con un sorriso che può essere folle o liberatorio e che conclude una storia (quella dei due ragazzi) alla deriva fin dalle prime immagini. Aster cerca e trova drammaticità, lesina scene forti per gran parte del girato, salvo poi inserirle a piccole dosi, ma con prepotenza. Si discosta dai canoni classici del genere, eppure sfrutta i momenti giusti dimostrando di non essere uno sprovveduto autoreferenziale che gioisce soltanto del proprio io stilistico. Forse troppo lungo (ho visto la Director's cut) per farti entrare nel vivo delle poche azioni, ma è più che altro un qualcosa di ragionato.


Edizione: bluray
Edizione con triplo disco e cartolina da collezione. Il primo è un bluray con la Director's cut da 2 ore e 50 minuti che ha soltanto la traccia audio originale in DTS HD MA ed i sottotitoli in italiano. Il secondo è un altro bluray con la versione cinematografica e traccia audio italiana in DTS HD MA, mentre il terzo è un DVD anch'esso con la versione cinematografica ed audio in Dolby Digital. I medesimi extra sono contenuti sia nel secondo BD che nel DVD:
  • Trailer
  • Lascia che inizino i festeggiamenti (24 minuti)

domenica 8 dicembre 2019

Passeggiata e visita alla Tenuta Casadei, Suvereto

Oggi sgambatella leggera, circa 7 Km ad anello partendo da Suvereto, proprio nel giorno della sua famosa e rinomata sagra del cinghiale. Punto di ritrovo la Chiesa di San Giusto all'entrata del paese e da lì, dopo alcune note storiche sul borgo, ci dirigiamo verso la Fonte degli Angeli e cominciano il nostro percorso che ci vede percorrere i sentieri 18, 6 e 10 tra i paesaggi autunnali illuminati da un sole che non vuole arrendersi  Entriamo al termine della mattinata nella Tenuta Casadei, che visitiamo dai vigneti alla cantina. Ci vengono fornite numerose spiegazioni che ci permettono di apprezzare una delle aziende locali produttrici di vino. Non manca il corposo aperitivo con degustazione del bianco Incanto Mediterraneo e del rosso Sogno Mediterraneo.

Album fotografico Passeggiata e visita alla Tenuta Casadei

sabato 7 dicembre 2019

Lazio 3 - Juventus 1

Arrivata la prima sconfitta stagionale, e per quanto mi riguarda non cambia niente. Nel senso, siamo secondi in campionato, e possiamo esserlo anche fino alla penultima giornata. Il distacco non è siderale, perdere qualche punto per strada è fisiologico. Soprattutto se fuori casa contro una Lazio in forma come in questo periodo. Due punti di distacco dalla prima, se non commetti altri passi falsi, li recuperi facilmente. Gli anni passati ci hanno insegnato proprio questo. Juventus che gioca bene fino alla rete del vantaggio siglata da Cristiano Ronaldo. Poi c'è tempo per godersi anche i replay, rispetto a ciò che avviene di solito: il pareggio della Lazio arriva allo scadere del primo tempo anzichè subito dopo. Non è positivo, ma sarebbe stato peggio il contrario. Poi nel secondo tempo (ma in realtà non solo) alcuni giocatori spengono ogni tanto il cervello e non si conclude, ma si lasciano gli avversari felici di pungerci. Ero più contento se si vinceva, ma non si può volere tutto. Accontentiamoci del fatto che sicuramente rimonteremo.

Da Buonconvento a San Quirico D'Orcia sulla Francigena

Oggi termino la tappa #35 della Via Francigena. che avevo già iniziato con il tratto Ponte D'Arbia - Buonconvento un mese e mezzo fa. Per comodità logistiche, se le tappe vogliono essere fatte in giornata, in qualche modo ci si deve infatti adattare. Purtroppo i mezzi pubblici non sempre permettono di ritornare al punto di partenza, in questo modo dobbiamo scegliere dei luoghi intermedi da cui iniziare il cammino o in cui terminarlo. Oggi siamo partiti da Buonconvento per poi tornare a San Quirico D'Orcia, attraversando i maestosi paesaggi collinari, che non stancano mai. L'autunno sta per volgere al termine, ma è sempre stato mite e pure oggi ci ha regalato una giornata piacevole, non fredda, con colori sublimi.

Album fotografico Da Buonconvento a San Quirico D'Orcia