domenica 20 gennaio 2019

Cala Violina, dal crinale alla spiaggia, con Selvatica

Tanti anni fa se la domenica mattina vedevo la scritta Tartana, poteva essere che avevo fatto serata in discoteca. Oggi significa invece che di buon ora parto per una camminata nella natura. Ho trovato da poco Selvatica, che si occupa di escursioni, ho così voluto provare quella organizzata da Dario visto che si svolgeva nella zona. La passeggiata attraversa le Bandite di Scarlino e si snoda tra un saliscendi e l'altro permettendoci di ammirare più di uno scorcio sulla costa e sulle isole dell'Arcipelago Toscano. Nonostante le previsioni meteo avverse, il nostro piccolo gruppo, non incontra nessuna perturbazione e si può godere al discesa sia nella spettacolare Cala Violina, che in inverno merita ancora più che ine state, sia verso Cala Martina, ancora più selvaggia. Altra cosa bella di queste escursioni fatte in tale periodo sta nel fatto che i partecipanti, anche se pochi, sono tutti interessanti e amanti di ciò che fanno. In poche parole non ci sono i perditempo ed i passeggiatori della domenica tanto per smaltire i tortelli e il cinghiale.

Abum fotografico Cala Violina, dal crinale alla spiaggia

sabato 19 gennaio 2019

I Predatori degli easter egg di Ready Player One - il film: Guida non ufficiale




Autori: Giuseppe Benincasa, Vittorio Canepa
Anno: 2018
Voto: 3/5
Pagine: 141
Acquista su Amazon (libro o versione Kindle)

Acquista il film su Amazon (Pack VHS)
Acquista libro di Enest Cline su Amazon
 
Trama del libro e quarta di copertina:
Predatori degli easter egg di Ready Player One – il film è un libro scritto da nerd per nerd. Gli autori hanno studiato ogni singolo fotogramma, per portare alla luce tutti i riferimenti alla cultura pop contenuti nel film diretto da Steven Spielberg, e uscito nei cinema nel 2018. Un viaggio tra videogiochi, musica, giocattoli e film di culto che riporterà il lettore indietro nel tempo. Un manuale di visione, ma anche un manuale di curiosità che si può leggere indipendentemente dal film. Questa guida non è da ritenersi ufficiale. 

Commento personale e recensione:
Poteva mancarmi una guida di questo tipo? Potevo non leggerla tutta d'un fiato? Non è niente di ufficiale, ma è completa e dettagliata. Non è romanzata, quindi non può essere avvincente, ma ha il pregio di portarti alla memoria sia il film di Spielberg sia il libro originale di Cline. E lo sappiamo, se siamo appassionati di queste cose molte cose riusciamo a vederle tranquillamente con i nostri occhi, ma è praticamente impossibile poterle elencare tutte, individuarle minuziosamente e studiarle. Ci hanno pensato per noi i due autori (Giuseppe Benincasa e Vittorio Canepa) con un lavoro certosino. Sicuramente divertente, ma non lasciato al caso. In questa guida infatti viene vivisezionato e sviscerato il film in ogni sua scena e ci vengono forniti elenchi completi su tutta la cultura anni ottanta che è stata utilizzata. Una vera stanza piena di tesori.

venerdì 18 gennaio 2019

Essere John Malkovich (1999)




Regia: Spike Jonze
Anno: 1999
Titolo originale: Being John Malkovich
Voto e recensione: 7/10
Pagina di IMDB (7.8)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Spettacolare, grottesco, surreale, fantastico. E' difficile incapsulare Essere John Malkovich, ma di sicuro ti sorprende. Ricordo che la prima volta lo vedi "a pezzi". Erano i tempi di Tele+ e potevo vederlo più volte quando lo trasmettevano. Volli stoppare, per riguardarlo con calma. Non si tratta forse di un'opera eccezionale dal punto di vista della regia, ma la sceneggiatura è talmente fuori dagli schemi che mi pare di leggere uno di quei libri che tanto piacciono a me. E' potente nel suo essere surreale e non sfocia nel ridicolo in quanto la storia prosegue dritta verso un punto prefissato: non ci sono iperbole o atti di puro egoismo cinematografico. Strano, ma solido, non effimero. E soprattutto nonostante il carattere puramente fantastico e fantasioso, non scade nella boiata fatta tanto per fare.

Edizione: bluray
Versione in semplice amaray, e con discreta qualità video. Traccia italiana in DTS 5.1 ed i seguenti extra:
  • Danza di disperazione e disillusione (4 minuti)
  • Intervista al regista (3 minuti)
  • L'orientamento del 7° piano e mezzo (2 minuti)
  • Ritratto intimo dell'arte dell'animare le marionette (7 minuti)
  • Ritratto intimo dell'arte del guidare sullo sfondo (6 minuti)

mercoledì 16 gennaio 2019

Juventus 1 - Milan 0

Altra Supercoppa Italiana disputata in terra di nessuno, tra tante polemiche, ma alla fine the show must go on. E’ già la decima volta che questa competizione si svolge all’estero, ormai facciamocene una ragione e passiamo alla partita. Purtroppo o per fortuna vincere sulla carta non significa niente. Invece di  dominare e prenderci la coppa con almeno 4 reti di vantaggio, lo facciamo con il risultato minimo. Segna CR7, ovviamente. Gli intrusi, che giocano questa finale per grazia ricevuta, non subiscono grandi pericoli nè nel primo nè nel secondo tempo. Anzi colgono pure una traversa sul risultato di pareggio. Le azioni della Juventus non sono espressione del bel calcio, ma neanche portano a creare chissà quali affondi nell’area avversaria. Il predominio è più che altro territoriale, sebbene per buona parte lo sia in maniera sterile. Vengono annullate due reti (giustamente) ai bianconeri per fuorigioco ed il VAR sembra ancora più inutile quando non viene neanche guardato per due probabili (o almeno presunti) rigori da ambo le parti. Polemiche a parte rieccoci ancora vincenti, con un’ennesima coppa da mostrare all’Allianz Stadium di Torino. Ed il 2019 diciamo che è iniziato nel migliore dei modi e speriamo che possa continuare così in termini di risultati.

West Side Story (1961)




Regia: Jerome Robbins, Robert Wise
Anno: 1961
Titolo originale: West Side Story
Voto e recensione: 6/10
Pagina di IMDB (7.6)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
E sì, non avrei mai creduto che un musical mi potesse prendere e piacere tanto. Oddio, in realtà i pochi che ho visto, non li ho schifati. Resta un certo prurito per il genere, ma questo è solo un discorso mio. Magari tanti altri li adorano, del resto c’è tutto un mondo che abbraccia tale categoria. Come spesso accade, tutto ebbe inizio a Broadway con lo spettacolo West Side Story che dal 1957 venne ripetuto per 732 sere (che in termini teatrali è un numero che non fa scalpore) al Winter Garden Theatre. La trasposizione cinematografica uscì quattro anni più tardi e si nota subito la modernità, non solo nello stile e nelle musiche, ma anche nel come si è deciso di rappresentare il lavoro sul grande schermo. La pellicola è abbastanza lunga, corposa, intrigata: ci sono più atti, canzoni, balli. Si tratta di un’opera complessa che sarebbe deleterio stare qui a riassumere. Però voglio sottolineare i numerosi elementi che mi hanno sorpreso in positivo: la storia è sia vecchia (Romeo e Giulietta) sia moderna (scontri tra bande a NY), al tempo stesso romantica e drammatica, senza un lieto fine, senza risultare scontato, con temi come la gioventù di strada ed il razzismo. Insomma, l’opera è potente nella sceneggiatura, ma tutto il resto va di pari passo. Potente ho detto, e lo ripeto. Si guarda ancora oggi senza storcere il naso ed ammirandolo in più parti.

Edizione: bluray
Versione del 50esimo anniversario in bluray. La qualità video è davvero molto, ma molto buona. Si tratta di un film molto vecchio, ma la resa, soprattutto dei colori è veramente sorprendente. L'audio non eccelso, ma la traccia italiana su cui poter fare affidamento è un DTS 5.1 mentre per gli extra abbiamo:

  • Commento alle canzoni
  • Juke Box (in inglese 1 ora e 25 minuti)
  • POW! I balli (in modalità film o separata 19 minuti)

martedì 15 gennaio 2019

Focus - Niente E' Come Sembra (2015)




Regia: Glenn Ficarra, John Requa
Anno: 2015
Titolo originale: Focus
Voto e recensione: 4/10
Pagina di IMDB (6.6)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Al di là del voto che ho dato (4) non è un brutto film, ma pare di quelli insulsi senza mordente con due facce forti del cinema americano (Will Smith e Margot Robbie) che sono lì per far staccare qualche biglietto in più al botteghino. La sceneggiatura prevede alcuni colpi di scena, ma nel complesso risulta scontata, senza essere nè carne nè pesce. Il mondo galante e romantico della truffa raccontato con quella punta di commedia. Poca azione, poca verve nelle sua totalità. Addirittura sembra un remake di una serie di film con questo tema. Lo sviluppo della trama è incerto, diviso in tre parti, senza che ci si possa attaccare ai personaggi. Le numerose spiegazioni che uno dei protagonisti dà all'altro servono per aprire gli occhi, tardivamente e pure inutilmente allo spettatore. Robetta da poco.

Edizione: bluray
Semplice amaray, traccia italiana in multicanale Dolby Digital ed i seguenti extra:

  • Masters of misdirection (10 minuti)
  • Will Smith: gentleman thief (6 minuti)
  • Margot Robbie: stealing hearts (4 minuti)
  • Deleted scenes (8 minuti)
  • Alternate opening (3 minuti)