mercoledì 18 settembre 2019

Atletico Madrid 2 - Juventus 2

Dopo un primo tempo senza alcuna emozione, più tattico e controllato da entrambe le squadre, arriva tutto nel secondo. La Juventus gioca bene, fraseggia ed attacca. Non mancano le folate dell'Atletico che però sembra essere un gradino sotto, tanto che arriva il vantaggio bianconero. Ci provano i padroni di casa spingendo e facendoci un po' soffrire, ma in agguato c'è il raddoppio. Pare tutto meritato e sembra che basti il giusto controllo per portare a casa tre punti ed una bella impresa. Invece subiamo la rimonta e finisce la gara in pareggio nonostante l'ultimo spunto di Ronaldo nei minuti di recupero che finisce di un soffio a lato. Quinto gol (su cinque) preso su calcio da fermo. Credo che ci sia qualcosa da sistemare, soprattutto considerando che siamo sempre andati in vantaggio e ci hanno sempre recuperato. Quindi da una parte il discorso tattico, dall'altra quello di carattere. A conti fatti un pareggio fuori casa contro l'Atletico può pure starci, ma non venitemi a dire di essere contento dopo il vantaggio avuto e l'occasione persa.

martedì 17 settembre 2019

I Miei Vicini Yamada (1999)




Regia: Isao Takahata
Anno: 1999
Titolo originale: Hōhokekyo Tonari No Yamada-kun (ホーホケキョとなりの山田くん)
Voto e recensione: 4/10
Pagina di IMDB (7.2)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Non me ne vogliano i fan o i puristi o comunque gli amanti di determinati prodotti, ma non ricordo un cartone (eh sì, io li chiamo così, e allora?) dello Studio Ghibli così brutto e noioso. Che faccio, parto dalla trama? Storielline, slegate o legate tra loro poco importa, di normale vita quotidiana all'interno di una famiglia. Non divertenti, non simpatiche, non drammatiche, non romantiche. Insomma realistiche quanto basta per essere noiose. Brevi quanto basta per non avere un fine. Normali quanto basta per non trovare niente di spiccatamente giapponese (anche se non era nel mio interesse cercarlo) o di differente dal solito. Dialoghi poi che sembrava parlasse mia nonna a scuola. Edificare la casa... Passiamo ai disegni. inizialmente credevo fosse una lunghissima introduzione tipo di quelle con i titoli di testa. Poi ho addirittura pensato di aver sbagliato ed aver selezionato tra gli extra una storyboard. Dopo ho capito che il tratto semplice ed i colori acquarellosi (visto successivamente che invece si tratta di un imponente uso di CGI) erano lo stile di questo film di animazione. Mah

Edizione: steelbook
Doppio disco all'interno della versione steelbook della Lucky Red: DVD e bluray. Ho visionato solo quest'ultimo ed è superfluo dire che la qualità video ed audio (DTS HD MA 5.1 per la traccia italiana e quella originale giapponese) è molto buona. Gli extra sono:

  • Trailer
  • Spot TV
  • Storyboard
  • I segreti di I Miei Vicini Yamada (45 minuti)

lunedì 16 settembre 2019

MTC Alt. #4

Partitella classica del lunedì sera: torna il caldo e mi tocca giocare. Tornano le escursioni impegnative della domenica e mi tocca giocare. Mi sveglio alle 5 per lavorare e mi tocca giocare. E' questo il bello, anzi il magnifico del calcetto fai da te. Quello delle convocazione tramite fiumi di messaggi per trovare gente disposta a sgambare, a fingersi il Moreno Torricelli della situazione o ad improvvisarsi un Pinzoglio con molto onore. Per spergiurare il pericolo delle porticine infatti mi sacrifico volendo stare in porta. Come scelta non è malvagia, non voglio affaticarmi troppo. Ma sfortuna vuole che pur iniziando tra i pali, poi facciamo a girare, segno tra l'altro il primo gol della partita (finita poi in pareggio 6-6), ma mi eclisso quasi subito dopo aver picchiato rovinosamente il ginocchio. Alibi a parte non brillo e corricchio, tiro in porto ma con qualche velleità e giusto per provare la botta. Un po' spaesato insomma. Ma anche questa è fatta.

The I - Land [Stagione 1]




Anno: 2019
Titolo originale: The I - Land
Stagione: 1
Numero episodi: 7

Netflix la dichiara come mini serie: credo che con questo termine si indichino quelle produzioni che sappiamo già non andranno avanti e si concludono alla prima stagione. Sembra, dato il finale, che sia effettivamente così. Comunque si tratta a mio avviso di un buon prodotto, almeno sull'idea. Non un qualcosa di mai visto (ad esempio recentemente mi pare di aver letto un racconto in Futura Lex con le basi simili), ma di ben strutturato nell'arco dei sette episodi. Senza stare a spoilerare, si poteva osare qualcosa di più sui personaggi di contorno, che risultano sfruttati a metà. O a quel punto anche toglierne alcuni e concentrarsi su quelli più interessanti, giusto per risparmiare minuti preziosi e dare maggiore verve a tutto l'impianto. La storia prevede molta azione, ma anche attimi ragionati, che restano purtroppo ad aleggiare nell'aria. Sarebbe stato un ottimo spin off o episodio lunghissimo per Black Mirror comunque.

Pania della Croce (cresta Est) + Pizzo delle Saette

Può suonare ridondante, ma ogni volta che salgo sulle Apuane con Maremma Trek, mi viene da gridare al mondo che è l’esperienza più bella di sempre. Ed è così in effetti, grazie anche ad una gestione attenta di David: da questa primavera mi sono affidato a lui per imparare ad apprezzare la montagna ed a gestire le mie capacità tecniche partendo da zero. E la soddisfazione è tanta. Sei fiero ed orgoglioso quando ti iscrivi ad un’escursione che fino a pochi mesi prima era tabù, quando ti ritrovi ai piedi della montagna e ti appresti ad iniziarla, quando sei su una parete esposta e stai per raggiungere la meta, quando ammiri il paesaggio assieme ai tuoi compagni in quello che capisci essere un religioso silenzio. E la soddisfazione non termina, ma continua imperterrita durante la discesa, perché sai di aver appena completato solo la prima parte, ma devi arrivare al punto di partenza, senza distrarti e senza permettere alla stanchezza di sopraffarti. E continua anche dopo, durante la birra rigenerante, mentre facciamo il resoconto ancora a caldo delle nostre imprese. Questa ultima escursione è stata preparata in maniera ottimale: un gruppo davvero ristretto (con me anche Francis, Henry e Debby) per una spedizione guidata da David alla conquista della Pania della Croce, questa volta risalendo in maniera tecnica la parete lungo il sentiero 7 “per escursionisti esperti”. Arrivati alla vetta con i suoi 1858 metri di altezza non ci fermiamo e passiamo per la cresta fino a raggiungere il Pizzo delle Saette (1720 metri). Un percorso vario, mai uguale a se stesso, con numerosi tipi di terreno e l’utilizzo delle mani per arrampicarsi e per scendere. E la pace e la solitudine una volta raggiunta la nostra meta, unica e magnifica, per pochi. Anche il ritorno non è da meno, sempre impegnativo visto il terreno ciottoloso della Borra di Canala. Infatti non torniamo indietro dal Rifugio Rossi, ma scendiamo attraverso questo orrido ai piedi del Pizzo delle Saette e della Vetricia, un tragitto selvaggio e faticoso per la composizione dei massi e dei ciottoli che lo caratterizzano. A conti fatti quindi un anello completo con più di una tipologia di prove da affrontare per questa magnifica traversata. 

Album fotografico Pania della Croce (cresta Est) + Pizzo delle Saette

sabato 14 settembre 2019

Fiorentina 0 - Juventus 0

Prima esterna per la Juve, subito dopo la pausa delle Nazionali, e siamo in quel di Firenze. Primo tempo orribile da parte bianconera, mentre i viola riescono a creare sia gioco che occasioni, grazie ad un pressing forsennato. Non passano cinque minuti che si infortuna Costa e non finisce il primo tempo che la medesima sorte tocca a Pjanic. Con una panchina così vasta però non dovrebbero esserci problemi. Ed invece non riescono mai ad ingranare una qualche azione degna di nota ed il famoso bel gioco di Sarri resta nascosto chissà dove. Ai punti la Fiorentina fa la gara e si propone in maniera decisamente maggiore. Un risultato che frena la Juventus già alla terza giornata, ma che ne evidenzia anche alcuni limiti di disposizione in campo, di fragilità fisica e di mancanza di gioco. Aspettiamo le prossime gare che ci vedono impegnati tra l'altro anche in Europa e cerchiamo di valutare attentamente.