domenica 14 luglio 2019

Amiata - Anello Integrale

Dopo la conquista della vetta del Monte Amiata, passiamo all'anello integrale. Un percorso che non tutti fanno, non tanto per la lunghezza (variabile dai 31 ai 34 Km, ma domani potrebbero essere 40), ma in quanto il percorso non è ben segnato e prevede diversi tranelli che non tutti possono vedere. Ad aumentarne il livello di difficoltà ci sono anche dei creativi ed artistici tagli boschivi che prevedono tronchi di alberi abbattuti lungo il sentiero. In questo modo la traversata, da comune passeggiatina nei boschi (con un dislivello positivo di 1500 metri) si trasforma per un tratto in un vero e proprio percorso di sopravvivenza ad ostacoli. I più duri ce la fanno. E non importa che tu sia un soldato pluridecorato (sic.) abituato a dormire all'addiaccio ed a farsi i selfie mentre i commilitoni cambiano una ruota bucata. Non importa affatto se finisci con il culo per terra (e quindi la caduta è valida al 100% secondo la scala di Maremma Trek) per prima, in una gara silenziosa fatta di sorrisini e sospiri che va avanti da mesi. E importa però se per superare il tuo coppio preferito, neanche cinque minuti dopo finisci nuovamente per terra (la giuria convalida ancora come caduta al 100%) e quindi hai da pagare la birra per il post trekking. Sfida vinta, pegno non ancora pagato, articolo scritto con tutta la VERità.

Album fotografico Amiata - Anello Integrale

sabato 13 luglio 2019

Puppet Master III - La Vendetta Di Toulon (1991)





Regia: David DeCoteau
Anno: 1991
Titolo originale: Puppet Master III: Toulon's Revenge
Voto e recensione: 3/10
Pagina di IMDB (6.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (Cofanetto)
Film:
I film brutti, soprattutto se fanno parte di una saga, ho deciso che vanno visti tutti di seguito nel più breve tempo possibile, esattamente come quelli belli. Se ce la fai e se ne hai il coraggio ovviamente. Non sempre è fattibile però. Qui si trattava di un prequel, anche se non en ero a conoscenza inizialmente, quindi sono partito speranzoso. Cioè non esageratamente, ma si cominciava anche con un corpo abbastanza morto e tumefatto quindi l'effetto splatter poteva essere maggiore. Invece il film non si discosta troppo dal basso livello di suoi predecessori, ma sono arrivato al termine illeso vista la poca durata complessiva del tutto.

Edizione: DVD
Il disco è contenuto nel cofanetto Charles Band's Puppet Master Collection che propone i primi tre film della saga in formato DVD. Traccia audio italiana in stereo e come extra soltanto trailer promozionali.

Chernobyl [Stagione 1]




Anno: 2019
Titolo originale: Chernobyl
Numero peisodi: 5
Stagion: 1

31 morti. Questo il numero ufficiale. Non ne esiste uno però le serie di bugie e menzogne che hanno cercato di coprire la verità. E su questo si basa la mini serie sulla tragedia di Chernobyl che in queste settimane è stata tra le più viste in assoluto. Una storia drammatica, solo in parte romanzata per essere adattata alla visione casalinga e non passare come un mero documentario, ma lo fa riuscendo ad incidere anche dal punto di vista scientifico, storico ed umano. Un bellissimo esempio di prodotto maturo, anche se non sono d'accordo con l'esaltazione forse troppo a caldo di chi la definisce la migliore serie in assoluto. Anche se su questo si sfocia nei gusti personali e soggettivi. C'è da dire che è cupa, ben ricreata dal punto di vista della scenografia, dettagliata ed assolutamente carica di emotività. E sono molto felice di poter averla vista ed aver ampliato (perchè poi funziona anche  così: ti interessa quindi ti interessi e ti informi maggiormente) i miei orizzonti per un fatto successo quando ero ancora un bambino e dovevo iniziare le elementari. Sono momenti di vita che comunque ti ricordi, anche se passano, magari tra un telegiornale neanche ascoltato ed i discorsi dei genitori preoccupati sul dovere acquistare latte e verdure. Sono momenti epocali che fanno parte della tua vati, ma restano anche leggermente sullo sfondo come la caduta del Muro o la Prima Guerra del Golfo. Speriamo riescano a farne altre, senza menzogne e bugie, di questo tenore.

venerdì 12 luglio 2019

Aperitrekking a Buca delle Fate #2

Era quasi un anno fa. La considero la mia prima escursione (volontaria, nel senso che ho cercato e scelto) in un gruppo con una Guida Escursionistica. Quindi quell'AperiTrekking con Capaerrante lo considero una sorta di spartiacque riguardante le mie "gite" nella natura. Oggi molte cose sono cambiate, ed un anno è abbastanza lungo se colmato con diverse esperienze, e sebbene scelga quasi sempre di rifiutare le uscite di gruppo in zona (hanno senso quando hai la possibilità di farlo in solitaria ogni volta che vuoi?) o anche di non fare "doppioni", questa volta dovevo partecipare. E' una sorta di revival, un compleanno, o magari anche un remake. Ed ero pure curioso di vedere se a distanza di un anno esatto si trattava di un'escursione ancora longeva da poter rifare con interesse, sia per un percorso conosciuto sia per gli aneddoti riguardo la storia del territorio sia ancora per le canzoni popolari legate al mare intonate dai Radicanti o per il buon vino con sfondo il sole sulla via del tramonto. E sì, è da poter rifare senza remore.


Album fotografico Aperitrekking a Buca delle Fate #2

giovedì 11 luglio 2019

Puppet Master II (1990)


Regia: Dave Allen
Anno: 1990
Titolo originale: Puppet Master II
Voto e recensione: 3/10
Pagina di IMDB (5.5)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (Cofanetto)

Film:
Secondo capitolo della saga Puppet Master,  ed il primo neanche lo ricordo molto, quindi per niente memorabile. Anzi, una ciofeca sicuramente. E questo non è da meno. Proprio roba da B movie ed in questo magari rispetta ogni aspettativa che pubblico può farsi, Il problema maggiore è che entriamo negli anni novanta, ma regia, cast, scenografie e sceneggiatura sembrano non volersene curare. Onestamente neanche capisco il senso di fare un sequel di un film decisamente brutto che, pur divenendo un cult anni dopo, è uscito soltanto nel 1989. Insomma molto azzardo, ma evidentemente qualcuno ci ha trovato buoni elementi per poterci costruire sopra una saga. Identificato come horror, ma siamo chiari: non lo è. Giusto un paio di scene con alcune gocce di simil sangue e manichini che prendono fuoco.

Edizione: DVD
Il disco è contenuto nel cofanetto Charles Band's Puppet Master Collection che propone i primi tre film della saga in formato DVD. Traccia audio italiana in stereo e come extra soltanto trailer promozionali.

mercoledì 10 luglio 2019

Stranger Things [Stagione 3]

Anno: 2017
Titolo originale: Stranger Things
Episodi: 8
Stagione: 3
Attesissima terza stagione di Stranger Things: questa volta ho dovuto vederla tutta d’un fiato. Se la seconda era (comunque bella) più lenta e forse più di passaggio per introdurre nuovi personaggi e situazioni, questa risulta fenomenale. Supera le precedenti in un colpo solo, è intrigante, è anni ottanta anche dal punto di vista citazionistico, ci hanno messo i russi cattivi, sa di spionaggio, ha il sapore del thriller e dell’avventura, più vai avanti e più hai paura perché sai che stai per terminarla. Quindi rallenti volutamente, metti pausa, respiri e poi prosegui. Le atmosfere sono quelle giuste, anzi anche di più: a manciate potrei tirar fuori King, Carpenter, Spielberg, tutto quanto. Perderei un sacco di tempo inutilmente perché poi dovrei passare a Terminator , a Ritorno al Futuro, a La storia Infinita. Non ci sarebbe spazio e potrebbe sembrare una mera raccolta di situazioni e scopiazzature, ma è tutto tranne questo. E’ l’idea, è il sentimento di base, è una delle più belle avventure per ragazzi (intendo tutti noi) che ci siano mai state. E’ una crescita continua, dei personaggi e delle loro azioni: da bambini diventano adolescenti e crescono anche le loro azioni, i loro sentimenti e tutte le aspettative. Anche quelle del pubblico. Cambiano i problemi e con essi le priorità. Questa serie poi… è semplicemente perfetta, dovete guardarla, ed ascoltarla perchè pure la colonna sonora è stupefacente. In ordine sparso poi abbiamo altre chicche piacevoli, come la presenza di un nuovo personaggio (che nelle mimica facciale è già mostruosa secondo me) ovvero Robin, interpretata dalla figlia di Ethan Hawke ed Uma Thurman... O il poliziotto che guarda Magnum PI alla televisione, i vestiti, le auto... Goduria, e ripeto, guardatelo perchè dobbiamo parlarne.