sabato 2 febbraio 2013

Siamo in volo

Sono trascorsi due mesi e mezzo da quando abbiamo deciso, accertato, firmato con il sangue e giurato solennemente come i lupetti, di fare la Gita ai Parchi. E se avevamo messo un tassello importante prenotando due notti a Yellowstone , considerandolo come un fermino, da oggi possiamo dire di essere in volo. Non si torna più in dietro, si guarda solo avanti. Conclusi l'articolo dicendo che godevo, ora l'amplesso è multiplo: abbiamo anche i biglietti aerei. Questo pomeriggio gettons e boo, questa sera Molly ed io. Loro da Londra, noi da Pisa, tutti solita direzione: Denver. E come diceva la non più verde Cristina D'Avena, Ti Voglio Bene Denver. Ufficiale quindi. Partenza il 3 agosto, ritorno in Italia (salvo conquista della cittadinanza a stelle e strisce) il 19. E nel mezzo tutto quanto, in quella che in potenza, sulla carta, agli atti, in prospettiva, sarà un'altra vacanza della vita. Ci siamo ora, un lungo volo per l'uomo, un grande passo per l'umanità che potrà gioire ad ogni nostra tappa. Qualsiasi cosa succeda siamo (già) lì, in compagnia degli orsi o scendendo il Navajo Loop o puntando dollari sul 17 nero o pranzando con i mormoni dello Utah o, o, o. Ed ora rilassiamoci un attimo, poi subito a preparare la valigia.

Nessun commento: