domenica 22 maggio 2016

MotoGP 2016: Mugello (Italia)

Niente. Era tutto perfetto nella preparazione. Il "Mugiallo" era in festa, c'era la pole position, c'era Iannone dietro, c'èra che Vale andava veramente forte. Poi Lorenzo ha fatto una partenza straordinaria, a fionda, e da quinto in cento metri si è ritrovato primo. Ma ci poteva stare, Vale era incollato alle sue gomme e gli faceva sentire la sua presenza. Poco dopo il disastro: nei primi giri il motore della Yamaha non regge, fumata bianca, da buttare. Così come tutta la gara, la possibile festa, le gioia. Ancora zero punti, maledetti. E ti passa anche la voglia di guardare tutta la gara, visto che di sorpassi pare essercene pochi. Ma il Mugello è bello sempre. E' bello con Pedrosa, Dovizioso e Iannone che lottano. E' un bello anche negli ultimi due giri con Marquez e Lorenzo che si superano a vicenda. Ma non così bello che avrebbe potuto essere.

Nessun commento: