giovedì 12 gennaio 2012

Lo Skyliner è salvo

Foto di  Ludovic Hirlimann
Il mio fidato Skyliner ha cercato di lasciarmi a piedi. Anzi, a dirla tutta, ci è riuscito, nonostante le mie amorevoli cure nei suoi confronti. In estate gli ho anche fatto la revisione e comprato un copri sella tutto nuovo. poi ha il coraggio di lamentarsi...  Ero lì, tutto bello fiero della mia creaturina che aveva passato da poco i 33333,3 (trentatremilatrecentotrentatre virgola tre) Km che volevo già puntare al prossimo traguardo, questa volta con cifra tonda di 40 mila. Inavvertitamente di notte, decide di lasciarmi a piedi, nel posto più lugubre e tenebroso del mondo : a lavoro. Peggio: quando uno ormai pensa di aver finito le sue massacranti ore al servizio dell'umanità e sta per tornarsene a casa con la mite temperatura mediterranea che ti dilania la pelle, ecco che lui fa il bizzoso. Si trasforma da mobile ad immobile. In pratica non parte. Grazie alle mie approfondite conoscenze meccaniche capisco quasi immediatamente che il problema risiede nella batteria (quella cosa che serve per farlo partire, accendere le luci, suonare il clacson etc), ma il problema è grosso. E merita di essere trattato da personale altamente qualificato, che con i trucchi del mestiere risolverà egregiamente il guasto. Ringrazio sentitamente. Questa sera non ho dovuto scroccare un passaggio. Intanto la mia idea di acquistare in California il gioiellino che vedrete nel filmato sotto si fa sempre più forte (nonostante sia totalmente elettrico: forse sono masochista):


Nessun commento: