lunedì 25 agosto 2014

L'Alba Del Pianeta Delle Scimmie (2011)


Regia: Rupert Wyatt
Anno: 2011
Titolo originale: Rise Of The Planet Of The Apes
Voto: 7/10
Pagina di IMDB (7.6)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Ecco che ci riprovano, dieci anni dopo l'insuccesso di di Tim Burton. Questa volta però con molta più grinta, sia dal punto di vista dalla trama (che si pone come prequel di alcuni lavori della saga originale e come remake di 1999 -  Conquista Della Terra) che da quello degli effetti speciali. Grazie agli straordinari risvolti della computer grafica si riesce a dare un volto umano, con caratteristiche distintive, per ogni scimmia. In maniera di gran lunga migliore rispetto all'utilizzo di attori in carne ed ossa, pesantemente truccati. Qui gli uomini ci sono, ma invece che il make up in volto, hanno una buona dose di byte: in moltissime scene non servono neanche. Inoltre la storia è accattivante, va di pari passo con l'odierna scienza ed inserisce alcuni elementi interessanti sebbene prevedibili. Anche il cast, con James Franco e John Lithgow sono ben inseriti. Il top comunque resta la straordinaria prestazione del comparto scimmiesco, il quale nelle movenze, nelle espressioni, negli atteggiamenti rappresenta veramente una cosa mai vista. Il tutto condito da estremo realismo. Se vogliamo trovare scene più deboli, che hanno un certo sapore di finto, queste risultano essere quelle ambientate in città, a San Francisco, con una fotografia che ricorda troppo lo stile documentario (in effetti di scimmie si tratta), mentre tutto il resto fa venire l'acquolina in bocca. Questo primo film di una probabile trilogia è però molto diverso da tutti gli altri mai fatti. La sceneggiatura pone l'accento sulla rivoluzione animale nei confronti dell'uomo. Vengono in effetti utilizzati come cavie per la ricerca (anche se non è un qualcosa di crudele, ed ha fini abbastanza alti, non sono remunerativi) oppure non trattati esattamente bene all'interno di una comunità per animali. Quindi ci si focalizza soprattutto sulla loro condizione, e sono loro le stele che brillano. Si è portati a parteggiare per la riuscita della loro fuga e spesso, ad eccezione dei protagonisti umani, il resto degli uomini è insensibile e crudele. Ecco cosa porterà allora le scimmie a conquistare il mondo. Questo non lo vediamo nel film, ma c'è già un sequel. E' comunque molto più profondo rispetto al resto, e non si tratta solo di un action movie con tanti effetti speciali.

Nessun commento: