sabato 24 marzo 2012

Spider-Man (2002)


Regia: Sam Raimi
Anno: 2002
Titolo originale: Spider-Man
Voto: 5/10
Pagina di IMDB
Pagina di I Check Movies

L'Uomo Ragno, oggi meglio conosciuto come Spider Man, mi è sempre piaciuto fin da piccolo soprattutto per la super tutina attillata che secondo me è la migliore tra quelle dei super eroi. Forse solo il vestito di Batman riesce a tenerle testa. Gli altri sono costumi nella norma, o troppo sobri o esagerati. Ok, la recensione però non riguarda lo stile e la moda, ma il film in bluray: buona (non eccelsa) la qualità video, ottimo l'audio  (Dolby Digital TrueHD anche per l'italiano) e gravemente insufficiente per quanto riguarda gli extra (inesistenti). Preciso che ho la versione in cofanetto con la trilogia ed il fatto di aver inserito nel disco del primo capitolo solo i trailer è una cosa a dir poco vergognosa. In merito al film non so valutare quanto la trama sia fedele al fumetto e sinceramente non me ne frega niente visto che più o meno la storia segue un andamento che a mio parere non stravolge niente. Ok, il morso non è di un ragno radioattivo, ma stiamo al passo con i tempi e abbiamo la genetica e la nanotecnologia. Per il resto c'è la zia, il cattivo Goblin, l'odiosissimo capo del giornale... Insomma, non mi lamento. Il corso degli avvenimenti è un po' puerile, ma Transformers come abbiamo già visto da quel punto di vista è decisamente peggio. Abbiamo quindi qualcosa nella media, con un cast accattivante soprattutto per quanto riguarda i personaggi secondari: il fascino del cattivo è opera di Wlliam Defoe, mentre l'amico del cuore è una James Franco che riesce a rubare candidamente la scena a Parker interpretato da Tobey Maguire. Una nota sulla scelta di questo attore dalla faccia anonima e quasi inespressiva: secondo me molto azzeccata. Basta con i super eroi stra fichi e stra muscolosi. lui è il classico tipo della porta accanto, un po' sfigato tra l'altro ed impacciato che con un'immensa gayata finale rinuncia alla troietta di turno da sempre amore della sua vita. Per il resto, lacrime finte a parte, non fa niente di che. Gli effetti speciali ci sono, ma non superlativi. Non che siano da buttare, ma solo in rare occasioni mi dicono qualcosa: la slow motion nel palazzo in fiamme con i movimenti copiati da Matrix e le scene sono fatte con colori troppo accesi. Una fotografia da cartolina che sa di finto a chilometri di distanza. Un bel film comunque da botteghino.

Nessun commento: